• Home / CITTA / Vibo Valentia / Riparte da Vibo Valentia il tour dei workshop itineranti sull’agroalimentare

    Riparte da Vibo Valentia il tour dei workshop itineranti sull’agroalimentare

    Riparte da Vibo Valentia il tour dei workshop itineranti sull’agroalimentare promosso dalla ProjectLife, presieduta da Francesco Volpentesta, e finanziati dalla Regione Calabria – Dipartimento Agricoltura e Risorse Agroalimentari attraverso la Misura 1 – Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020.

     

    La consolidata attività formativa della società cosentina, ha consentito già nel 2019 di ampliare il profilo di competenze degli operatori del settore, portando a confronto esperti di settori e portatori di buone prassi al fine di focalizzare gli aspetti fondamentali dell’agroalimentare puntando ad elevare la qualità degli standard e la competitività sui mercati internazionali.

     

    L’incontro in programma presso la Biblioteca di Vibo Valentia a partire dalle ore 9.30 sarà aperto dal saluto di Francesco Volpentesta, direttore di ProjectLife, e del vice sindaco di Vibo Valentia, Domenico Primerano. Seguiranno le relazioni di Maurizio Nicolai, esperto di politiche agricole, Francesco Fusto, ingegnere del centro regionale multirischi dell’Arpacal, Ferdinando Verardi, esperto di cooperazione e politiche agricole. Partecipano Antonino Greco, presidente dell’ordine provinciale dei dottori agronomi e dei dottori forestali di Vibo Valentia, il suo vice, Francesco La Bella, e Gianluca Contartese, responsabile del centro per l’impiego di Vibo Valentia.

     

    Da Vibo Valentia si riparte con un’attenzione precisa rispetto agli aspetti che caratterizzano i rischi dei cambiamenti climatici sulla disponibilità di risorsa irrigua. Il tema della razionalizzazione dell’uso e del risparmio idrico per uso irriguo, anche attraverso l’utilizzo delle ITC e dell’Internet delle cose (uso “smart” della risorsa irrigua), insieme ad un focus sugli strumenti disponibili per gestire i fattori di adattamento e mitigazione degli effetti dei cambiamenti climatici come le nuove cultivar, nuove tecniche agronomiche, le tecniche di ri-uso della risorsa idrica e di recupero delle acque per ridurre l’emungimento delle acque saranno al centro del confronto del meeting che avrà anche il patrocinio dell’ordine dei dottori agronomi e dei dottori forestali di Vibo Valentia che accederanno ai crediti formativi partecipando al workshop in programma.