• Home / In evidenza / Codacons: “Una taglia per svergognare chi ha offeso i ragazzi a Filadelfia”

    Codacons: “Una taglia per svergognare chi ha offeso i ragazzi a Filadelfia”

    È davvero arduo commentare quanto accaduto la sera del 23 dicembre a Filadelfia, dove un a famiglia “normale” ha ritenuto di dover protestare per la presenza in una pizzeria di un gruppo di ragazzi.
    Intollerabile per questi “idioti” – sostiene Francesco Di Lieto del Codacons – essere costretti a cenare avendo accanto dei ragazzi con sindrome di down.
    Questi campioni della “razza pura” sono giunti ad inscenare una tanto rumorosa quanto misera protesta per “la nausea alla vista dei ragazzi”.
    Azioni del genere devono essere denunciate e questi “signori” devono essere mortificati, isolati e condannati.
    Del resto, come sostiene la giurisprudenza,
    chi offende un soggetto debole offende un’intera comunità, offende tutti noi.
    Da qui l’appello del Codacons, che ha deciso di mettere una vera e propria “taglia” per riuscire a trovare elementi utili ad individuare questa esemplare famiglia “normale”.
    Non possiamo arrenderci all’imbarbarimento – prosegue Di Lieto – abbiamo il dovere morale di reagire dinnanzi all’odio dilagante verso chiunque non somigli a noi.
    L’associazione si rivolge a tutti coloro che abbiano elementi per identificare questi “signori” per farli sentire ciò che realmente sono: “esseri piccoli e stupidi”.
    Facciamo sentire forte l’indignazione della Calabria dinnanzi a queste barriere mentali.
    Questi atteggiamenti ledono l’attività di chi, come il Club dei Ragazzi, si batte per promuovere la piena inclusione sociale e il rispetto dei diritti di tutti.
    Il Codacons chiede a tutti coloro che abbiano assistito alla scena di inviare video, foto e ogni elemento utile a “svergognare” gli autori di questo schifo.
    Il modo migliore per sostenere questi ragazzi è riuscire ad individuare e gli autori di questi inaccettabili comportamenti.
    Non appena individuati, provvederemo immediatamente a denunciare nella speranza di poter ottenere una condanna allo svolgimento di lavori socialmente utili – conclude Di Lieto – magari proprio presso il Club dei Ragazzi di Filadelfia.
    Chiunque abbia indicazioni può scrivere a codaconscalabria@gmail.com