Home / CITTA / Vibo Valentia / Vibo Valentia – Fare cinema – Il linguaggio delle emozioni

Vibo Valentia – Fare cinema – Il linguaggio delle emozioni

Un percorso formativo intenso ed entusiasmante nel mondo della cinematografia e dell’arte degli effetti speciali. Dopo lezioni, laboratori ed esperienze sul campo nella Bottega d’Arte Lìmen e negli studi di Cinecittà a Roma, sta per concludersi l’attività programmata per gli studenti vincitori delle Borse di Studio del Premio Internazionale Lìmen Arte, assegnate dalla Camera di Commercio di Vibo Valentia per promuovere talenti e nuove opportunità occupazionali, e realizzata grazie alla preziosa collaborazione con la Fondazione Culturale Carlo Rambaldi, dedicata al grande maestro degli effetti speciali, vincitore di tre Oscar.

Oggi, infatti, alla Camera di Commercio, i vincitori delle Borse di Studio -Alessia Audino, Domenico Columbro, Kevin Di Bruni, Giovanni Galati, Nikola Piglowska, Angelo Lo Torto, Maria Vigliarolo- hanno seguito la Master Class in Regia Cinematografica “Fare Cinema- Il linguaggio delle Emozioni” tenuta dal prof. Victor Rambaldi, Presidente della citata Fondazione, che proseguirà domani, con un’altra sessione di corso, nell’Aula Magna del Liceo Artistico Colao di Vibo Valentia.
Il corso, complessivamente, è concepito come “workshop”, con enfasi su esercitazioni pratiche per dare agli studenti la possibilità di entrare in contatto con tutti i tasselli che compongono il grande mosaico dell’opera registica, sia dal punto di vista pratico che da quello strettamente logico e professionale.
Nella Mastrer Class odierna Victor Rambaldi -regista, sceneggiatore e scrittore- ha approfondito i quattro aspetti che compongono la direzione artistica, ovvero, la sceneggiatura, la regia attoriale, la regia tecnica, montaggio, spiegando che “Il regista è soprattutto uno scrittore. La prima “regia” di un racconto cinematografico nasce proprio in fase di sceneggiatura che, come uno spartito musicale, deve essere strutturata secondo canoni di narrazione temporale ben precisi, la “continuità pittorica”. La regia attoriale –ha continuato Rambaldi- coinvolge l’attore seguendo schemi emotivi che includono studio e conoscenze del subconscio e le sue associazioni; la regia tecnica è la “grammatica” del racconto per immagini, mentre, è nel montaggio che il film diviene vero e proprio racconto per immagini”. La lezione del Prof. Rambaldi, nel confronto con i borsisti, ha evidenziato come il regista sia, quindi, un conoscitore di più linguaggi che usa professionalmente per esprimere e veicolare concetti, pensieri, sensazioni ed emozioni, attraverso tecniche tradizionali ma anche effetti speciali che, nella loro spettacolarità, evidenziano capacità creativa ma anche la duttilità di una professione verso le nuove tecnologie nella coerenza della sua missione. Questa terza fase chiude un ciclo di attività iniziato con un primo corso incentrato sulla STOP MOTION con un Workshop mirato alla costruzione di un set cinematografico in scala e realizzato nella Bottega d’Arte Lìmen della Camera di Commercio, dove si è ricreato uno spaccato di suolo lunare e l’atterraggio del modulo lunare americano con la discesa di Armstrong. Il secondo corso è stato tenuto a Cinecittà, a Roma, nei laboratori di Makinarium, azienda leader in special-visual-effects-, dove i borsisti sono stati calati direttamente nel mondo del lavoro cinematografico.
Insomma aspetti, tecniche e segreti dell’arte cinematografica, che “grazie alle Borse di Studio della Camera di Commercio -sottolinea il presidente dell’Ente Sebastiano Caffo- sono stati direttamente narrati da chi li ha vissuti e praticati con successo e soprattutto trasferiti a giovani del territorio perché, a fine del loro percorso formativo, possano verificare le proprie aspirazioni, accrescere le competenze, trovare ispirazione per una scelta professionale futura in un settore di grande interesse e attrattività”.

Leggi qui!

Colpo pistola contro 32enne a Vibo Valentia, fermato il cognato

La Polizia di Stato di Vibo Valentia, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto …