• Home / CITTA / Vibo Valentia / Sanità, primo positivo confronto sull’attuazione del Piano di rientro a Serra S.Bruno e Soriano

    Sanità, primo positivo confronto sull’attuazione del Piano di rientro a Serra S.Bruno e Soriano

    Di seguito la nota diffusa dall’Asp di Vibo Valentia:

    Questa mattina negli uffici direzionali di Palazzo ecx Inam dell’Azienda Sanitaria Provinciale il Commissario Straordinario dott.ssa Alessandra Sarlo, presente il direttore del dipartimento di

    medicina, dott. Domenico Consoli, accogliendo una loro richiesta dei giorni scorsi, ha ricevuto una delegazione di amministratori comunali del distretto sanitario di Serra San Bruno, composta dai sindaci Pietro Loiacono ( Serra San Bruno), Antonino Mirenzi ( Vazzano), Roberto Caputo ( Capistrano), Abdon Servello ( Vallelonga), Cosmo Tsassone ( Brognaturo), Sergio Cannatelli ( Sorianello), Francesco Garisto ( Pizzoni), Francesco Andreacchio ( Simbario), dal vice sindaco Vincenzo Bellissimo ( vice sindaco Soriano ) e dall’assessore Gaetano Cotronei ( Dinami).
    Al centro dell’incontro il ruolo del presidio ospedaliero di Serra San Bruno e la funzione della struttura sanitaria di Soriano alla luce del nuovo modello di sistema sanitario contenuto nel Piano di Rientro approvato dalla Regione Calabria per consentire alla sanità calabrese di superare sprechi e disagi in un’ottica di migliore qualità dei servizi.
    L’utile tavolo di confronto, svoltosi in pieno clima di partecipazione e senso di responsabilità, ha posto sul tappeto tutti i problemi legati  alle problematiche e alle difficoltà esistenti all’interno della sanità pubblica vibonese.
    Ad avviare la discussione è stato lo stesso Commissario Straordinario dell’Asp, dott.ssa Alessandra Sarlo, che ha ricordato ai presenti i contenuti del Piano di Rientro che passa attraverso la applicazione di una sana, graduale e corretta politica di riorganizzazione e razionalizzazione dei servizi sanitari ed amministrativi dell’Azienda.
    Per quel che riguarda l’Asp di Vibo Valentia Alessandra Sarlo ha ribadito alla delegazione di amministratori  che per poter assicurare una normale ripresa di erogazione di servizi occorre partire dalla individuazione dei bisogni della gente seguendo i paletti imposti dal  Piano di Rientro.
    La logica da seguire resta quella di gestire le esigenze del territorio valorizzando al massimo le risorse esistenti pur pensando che per alcune aree critiche si potrebbero chiedere interventi in deroga.
    Un invito alla più serena e consapevole riflessione è stato suggerito da Mimmo Consoli che mediante l’esposizione di condizioni, dati e statistiche ha spiegato le motivazioni di scelte che dovranno portare ad un salto di qualità attraverso il recupero dell’etica del ruolo.
    Modello che si chiama Isorisorse e capace di spianare la strada ad un sistema di sanità sostenibile.
    Poi è stata la volta degli amministratori comunali intervenuti, nell’ordine, con Antonino Mirenzi,  Vincenzo Bellissimo, Pietro Loiacono, Francesco Andreacchio, Cosmo Tassone e Abdon Servello, tutti impegnati, sia pure con risvolti diversi, a sottolineare la precarietà della condizione dei servizi di Serra San Bruno e Soriano, rivendicando in queste strutture l’assenza di talune unità operative che si presterebbero, a loro avviso, a soddisfare le esigenze dei cittadini.
    Infine al Commissario Straordinario dell’Asp, Alessandra Sarlo, riconosciuta la necessità di osservare le disposizioni contenute nel Piano di Rientro, è stato dato atto del pieno e responsabile impegno a risanare il precario sistema sanitario vibonese.           
    Il confronto resta aperto ai contributi che sarà possibile offrire per rendere percorribile un comune viaggio verso il conseguimento di soluzioni meno disagevoli.