• Home / CITTA / Vibo Valentia / Vibo, i dati della vaccinazione contro l’influenza A

    Vibo, i dati della vaccinazione contro l’influenza A

    Prosegue sotto il diretto coordinamento del Direttore Generale, dott. Rubens Curia, assistitito dal Direttore sanitario aziendale dott. Franco Petrolo, la campagna di vaccinazione contro

    l’influenza A (H1N1), affidata all’Ufficio del dipartimento di prevenzione diretto dal dott. Cesare Pasqua.
    I dati relativi all’avvio del piano pandemico confermano che a tutto il 5 novembre sono stati vaccinati oltre mille persone appartenenti a personale sanitario, socio sanitario e servizi pubblici essenziali ( prefettura, tribunale, scuole etc) e pazienti a rischio, residenti in tutto il territorio della provincia..
    Risultano 12 le persone, affette da patologie respiratorie, che hanno ricorso alle cure dei medici ospedalieri: nove maschi e tre femmine, con una media di 24 anni di età.
    Il primo paziente interessato alla patologia pandemica è stato ricoverato il 3 settembre scorso. L’ultimo, un bambino, è stato dimesso questa sera dall’unità operativa di pediatria del “G. Jazzolino”.
    Dei 12 casi accertati un solo paziente, passato dal pronto soccorso del presidio ospedaliero di Serra San Bruno, è stato avviato immediatamente all’Azienda Pugliese Ciaccio di Catanzaro, dove è tuttora ricoverato.
    “Manteniamo la situazione sotto controllo – ha dichiarato il Direttore generale Rubens Curia – nel senso che l’organizzazione messa in piedi continua ad operare secondo le direttive della circolare del Ministero della Salute e di quelle esplicative del Dipartimento della salute della Regione Calabria.
    C’è un concorso di collaborazione  che consente di procedere con disciplina alle vaccinazioni”.
    La disponibilità delle dosi di vaccino per le persone a rischio, che , ribadiamo, hanno precedenza sulle altre categorie indicate nella circolare ministeriale, permette, inoltre, un regolare funzionamento dell’apparato organizzativo gestito dal dipartimento di prevenzione.
    Ancora una volta giova ricordare che i soggetti con età superiore a 64 anni, così come specificato nella stessa circolare ministeriale, sono esclusi dalla vaccinazione contro l’influenza A (H1N1).