• Home / CITTA / Vibo Valentia / Vibo: in bene confiscato sorgerà università antimafia

    Vibo: in bene confiscato sorgerà università antimafia

    Sorgerà a Limbadi,provincia di Vibo Valentia ,in Calabria,un polo di formazione nazionale antimafia con sede nei beni confiscati alla cosca Mancuso e assegnati al coordinamento nazionale antimafiaRiferimenti.
    L’ambizioso progetto prevede una cittadella universitaria dove giovani provenienti da tutt’Italia potranno essere ospitati in specifici alloggi ed essere formati con masters specifici sulla storia della criminalità organizzata,legislazione antimafia e studio sociologico del fenomeno.I campus di formazione saranno organizzati in collaborazione con università italiane e americane.
    Il prgetto proposto dal Coordinamento Riferimenti è stato sposato dalla prefettura di Vibo Valentia e sarà presentato al Ministero dell’Interno nell’ambito del Pon Sicurezza.
    Ieri a Limbadi il prefetto di Vibo dott.ssa Luisa Latella e la Presidente di Riferimenti Adriana Musella hanno effettuato un primo sopralluogo nei beni confiscati composti da  due ville e due fabricati.
    Seguirà a breve un tavolo organizzativo in Prefettura per predisporre un progetto di massima da sottoporre al Commissario nazionale per i beni confiscati e al vice capo della Polizia Izzo,responsabile del Pon Sicurezza.
    Fare antimafia in un luogo simbolo della mafia è un obiettivo molto significativo ed è il nostro obiettivo -ha dichiarato Adriana Musella visibilmente soddisfatta