• Capo Vaticano: tutto pronto per il francobollo dedicato alla costa degli dei

    Un’attesa durata 15 anni. Tanti ne sono trascorsi da quando, per la prima volta, la Proloco di Capo Vaticano ventilò l’ipotesi di richiedere alle Poste Italiane l’emissione di un francobollo che celebrasse la splendida costa vibonese.

    Un traguardo finalmente raggiunto, grazie alla creazione di un francobollo tematico sul turismo, dedicato alla Costa degli Dei ed a Capo Vaticano, che verrà emesso il 10 luglio prossimo.

    L’affrancatura, che ha un valore nominale di 60 centesimi di euro e sarà stampata in circa 3 milioni e mezzo di esemplari, è stata presentata oggi in anteprima nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nella sede dell’Amministrazione provinciale, che ha patrocinato e sostenuto l’iniziativa della Proloco.

    All’incontro con i giornalisti hanno preso parte gli assessori Gianluca Callipo (Turismo) e Michelangelo Mirabello (Cultura), il consigliere provinciale Gianfranco La Torre, la presidente della Proloco, Maria Eugenia Soriano, e il direttore della filiale vibonese di Poste Italiane, Basilio Mancuso.

    Il francobollo mostra una veduta del promontorio di Capo Vaticano a strapiombo sul mare e, in primo piano, la tipica vegetazione della zona. Un classico, insomma, che girerà per il mondo su lettere, plichi e cartoline, testimoniando la bellezza della Costa degli Dei e contribuendo così alla promozione del turismo locale.

    Grande soddisfazione è stata espressa da Callipo e Mirabello, che hanno sottolineato non soltanto la valenza filatelica e culturale dell’emissione, ma soprattutto le implicite ricadute promozionali per il territorio, che la creazione di un francobollo di questo tipo comporta, diventando veicolo di diffusione di un’immagine positiva della provincia vibonese e della sua principale risorsa, il turismo appunto.

    «Un gioiello filatelico per celebrare un gioiello paesaggistico», così lo ha definito il dirigente della filiale vibonese delle Poste Italiane. «Molti si chiedono a che servano i francobolli nell’era di Internet e degli sms – ha continuato Mancuso -. Ma un francobollo è una piccola opera d’arte che spesso coincide con un ricordo, con un’emozione. Altro che semplice pezzetto di carta!».

    I 3,5 milioni di pezzi verranno commercializzati nei 14mila punti vendita di Poste Italiane, tra cui gli 80 uffici postali presenti in provincia di Vibo Valentia, dove sono già state affisse le locandine pubblicitarie che annunciano l’emissione. Questa, con il relativo annullo speciale per i collezionisti, è prevista per venerdì 10 luglio.

    In quel giorno, a San Nicolò di Ricadi, la Proloco ha organizzato una grande manifestazione, con l’allestimento di uno stand filatelico di Poste Italiane e una tavola rotonda a cui sono stati invitati, tra gli altri, il presidente della Regione Agazio Loiero, il presidente della Provincia Francesco De Nisi, gli assessori provinciali, i consiglieri regionali ed i parlamentari vibonesi. In quell’occasione, inoltre, la Proloco distribuirà 5mila cartoline numerate e affrancate con il nuovo francobollo.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.