• Home / CITTA / Reggio Calabria / Inaugurata la prima sezione Anpi a Laureana di Borrello

    Inaugurata la prima sezione Anpi a Laureana di Borrello

    L’indifferenza è il peso morto della storia. L’indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. È la fatalità; è ciò su cui non si può contare; è ciò che sconvolge i programmi, che rovescia i piani meglio costruiti; è la materia bruta che strozza l’intelligenza, citando il testo di Antonio Gramsci del 1917 si è aperta la prima Assemblea della  sezione Anpi di Laureana di Borrello. 

    Sabato 25 giugno, presso la Casa della Musica, è stata costituita la prima sezione ANPI intercomunale nel territorio di Laureana di Borrello-Galatro-Serrata-San Pietro di Caridà.  Un risultato storico che conferma che i principi sanciti dalla nostra Costituzione – quali democrazia, libertà, giustizia sociale – sono valori più che mai attuali, radicati e diffusi nello spirito del nostro territorio.

    L’incontro è stato molto partecipato, presenti Giuseppe Falleti, presidente ANPI Taurianova; Franco Fruci, presidente Associazione Paolo Ragone; per il Comune di Laureana di Borrello il sindaco Alberto Morano e l’assessore Maria Annunziata Sgrò; Sandro Sorbara, sindaco di Galatro; Rocco Lentini, presidente dell’Istituto “Ugo Arcuri” per la Storia Contemporanea e dell’Antifascismo in Calabria e Cettina De Nicola, presidente UDI Laureana.

    Ostico il compito dell’ANPI Laureana che nel suo documento programmatico, si prefigge di intervenire in differenti ambiti: creazione di un centro di raccolta multimediale e di una mostra itinerante sulla didattica dell’Antifascismo e della Resistenza rivolta alle scuole di ogni ordine e grado; richiesta della riapertura della Biblioteca Comunale;  lotta per il mantenimento della Struttura polispecialistica di Laureana di Borrello, ma anche per la riqualificazione sanitaria del territorio; creazione di percorsi didattici ad hoc all’organizzazione di un Cineforum; promozione di attività di educazione ambientale e realizzazione di itinerari  escursionistici ambientali, naturalistici ed intercomunali e creazione di una mostra multimediale; creazione di un Coordinamento Donne Provinciale e di una Fondazione Camilliti e ripristino della Mostra della Civiltà Contadina, presso l’ex Convento.

    Per raggiungere questi obiettivi e creare un luogo di incontro ed aggregazione l’ANPI ha individuato, come sede operativa, l’ex Convento, richiedendo la struttura al sindaco per ora solo in maniera informale. Particolarmente toccante l’intervento del neoeletto vicepresidente, Giovanni Staltari, che ha ricordato l’eccidio fascista del 30 aprile 1944 a Laureana di Borrello. Sono stati eletti vicepresidenti anche Concetta Guerrisi e Antonella Nardi.

    Siamo un’associazione apartitica – precisa Amalia Giordano, neoeletta presidente ANPI Laureana che si prefigge di dare testimonianza di libertà e democrazia, un invito ad un partigianato morale in sostegno e difesa dei valori che sottendono la convivenza civile contro ogni forma di discriminazione, odio, violenza, autoritarismo. La nostra sarà una missione che riguarderà vari ambiti: dalla sanità al sociale, dalla cultura all’ambiente. Poniamo l’istruzione e la cultura come un bisogno primario, unica salvezza per se stessi e prima arma di riscossa alla barbarie”.