• Home / In evidenza / Inchiesta “Magnifica”, Zimbalatti: “Piena fiducia nell’attività dei magistrati”
    zimbalatti - Agraria

    Inchiesta “Magnifica”, Zimbalatti: “Piena fiducia nell’attività dei magistrati”

    «Con riferimento alle notizie apparse nelle ultime ore sulla stampa relative all’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, l’intera comunità accademica ripone piena fiducia nell’operato della Magistratura e delle forze dell’ordine che stanno conducendo le attività di indagine, alle quali sta fornendo e fornirà la massima collaborazione possibile».

    È il commento del direttore generale dell’Università “Mediterranea” di Università Mediterranea di Reggio Calabria, Giuseppe Zimbalatti all’inchiesta “Magnifica” che ha portato all’interdizione per 10 mesi del rettore dell’ateneo, Santo Marcello Zimbone, e per 12 mesi del prorettore vicario nonché ex rettore Pasquale Catanoso. Nell’inchiesta sono complessivamente indagate 52 persone. Il direttore generale precisa nella nota che «le attività didattiche e scientifiche, ovviamente, proseguono regolarmente».