• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – Un tuffo nelle bontà del pasticcere sidernese Fabio Trimboli

    Reggio Calabria – Un tuffo nelle bontà del pasticcere sidernese Fabio Trimboli

    di Grazia Candido –  “La ricerca di materie prime di qualità eccellente è la prerogativa essenziale per realizzare prodotti di grande pregio dal punto di vista sensoriale”.

    Ha le idee ben chiare il 40enne Fabio Trimboli, titolare della “Pasticceria Strati” sita a Siderno sul Corso della Repubblica al numero civico 95, riconosciuto dall’organizzazione “Élite del Panettone Artigianale” come uno dei Maestri del Panettone Italiano 2021.

    “E’ un riconoscimento importante per il mio percorso professionale fatto di passione, amore e studio. L’ingrediente fondamentale per i nostri lievitati è il mio lievito madre vivo. Lo curo personalmente ogni  giorno e ci realizzo tutti gli impasti che meritano una lievitazione importante, dal cornetto alla brioche per il gelato ma anche i fritti, fino ai grandi lievitati, come panettone e colomba – afferma il pasticcere -. Un buon lievito madre vivo, ci consente di non utilizzare lievito di birra, nemmeno in piccolissime dosi e poi, regala ai nostri prodotti i suoi profumi e tutta la naturale morbidezza di cui hanno bisogno senza aggiungere altro”.

    Il giovane Fabio cura meticolosamente la sua “creatura” imprenditoriale caratterizzata da un passato fatto di sacrifici, fatica, abnegazione e, in quel laboratorio dove oggi crea specialità come il torrone esportato in tutta Italia, panettoni rigorosamente artigianali, pasticceria classica e moderna, papà Raffaele ci ha lavorato per 50 anni  rispettando la tradizione e rinnovandosi con tante nuove e gustose dolcezze.
    Meravigliose torte nuziali, vere opere di maestria artigiana, torte personalizzate per battesimi, compleanni, comunioni, cresime e ricorrenze varie, buffet per eventi, mignon, pasticceria fresca e secca, l’ottimo gelato, il cioccolato in tutte le sue sfumature sono solo alcune delle tantissime bontà create dai fratelli Trimboli.

    “La pasticceria-gelateria è stata aperta nel 1958 dal fondatore Enzo Strati che, insieme al suo migliore allievo, mio padre che poi ha prelevato l’esercizio commerciale, ha dato vita ad una attività che, nel tempo, è diventata un punto di riferimento per il territorio – racconta con orgoglio Fabio -. Io sono nato e cresciuto in pasticceria e i miei due bambini, Asia di 8 anni e Raffaele Junior di 2, già si cimentano a preparare i croissant. Per ora, lo fanno come gioco ma spero che un giorno, possano essere loro gli eredi di questa bellissima storia familiare. Fare questo lavoro comporta un impegno quotidiano, una cura meticolosa dei dettagli e la scelta assoluta delle materie prime. Migliorare non è solo uno scopo ma uno stile di vita. L’Apar offre l’opportunità ai giovani di confrontarsi con i fondatori, con i maestri pasticceri che hanno sicuramente dato una forte impronta al settore ma sono convinto che l’unione della tradizione alla modernità, ci consentirà di conquistare la nuova frontiera della pasticceria. I clienti si aspettano sempre bontà originali e appetitose da mangiare. A noi il compito di solleticare il palato con gusti e consistenze nuove”.