• Home / CITTA / Reggio Calabria / Il Vicesindaco Perna ha ricevuto a Palazzo San Giorgio la Console Generale degli Stati Uniti a Napoli

    Il Vicesindaco Perna ha ricevuto a Palazzo San Giorgio la Console Generale degli Stati Uniti a Napoli

    Il vicesindaco di Reggio Calabria, Tonino Perna, ha ricevuto a Palazzo San Giorgio, Mary Avery, Console Generale degli Stati Uniti a Napoli giunta in riva allo Stretto in occasione della prima visita ufficiale in Calabria. Dell’importante delegazione ha fatto parte anche il Console Charles Lobdell, capo della sezione Politico- Economica.

    Nel corso del cordiale incontro, si è discusso delle relazioni che, storicamente, uniscono in modo molto forte la comunità statunitense a quella italiana e in particolare del Mezzogiorno, con uno sguardo anche alle prospettive future in materia di cooperazione tra i due Paesi.

    Lo stesso Vicesindaco, a margine dell’incontro, ha parlato di “una visita che ci onora e che rafforza un legame, quello tra la nostra comunità e quella statutinense, che affonda le proprie radici nella storia e nel vissuto di intere generazioni, specie della nostra terra. Parliamo di legami culturali, sociali e commerciali che continuano a crescere ed a consolidarsi nel tempo, nella piena consapevolezza che proprio da tali relazioni sia necessario ripartire. E in un momento storico come quello che stiamo vivendo, – ha poi concluso il Vicesindaco di Reggio Calabria – in cui la democrazia nel mondo occidentale appare in crisi, questo patrimonio condiviso, tra Italia e Stati Uniti, rappresenta senza alcun dubbio un valore aggiunto che ci riempie di orgoglio e di cui non possiamo fare a meno”.

    “Sono grata al Vice Sindaco Perna per l’accoglienza che mi ha riservato in occasione di questa mia prima visita ufficiale in Calabria – ha detto la Console Generale Mary Avery- Gli Stati Uniti hanno legami molto forti con questa città e con tutta la regione. Spero di potere presto scoprire i punti di forza e le eccellenze di questa terra per creare nuove opportunità di scambio e di crescita reciproca.”