• Home / CITTA / Reggio Calabria / San Roberto: Antonino Sapone insignito della cittadinanza onoraria

    San Roberto: Antonino Sapone insignito della cittadinanza onoraria

    Il Consiglio Comunale di San Roberto si è riunito in assemblea solenne per insignire della cittadinanza onoraria il ragioniere Antonino Sapone, di recente pensionatosi, dopo oltre un trentennio trascorso come responsabile del settore finanze nel Comune aspromontano. Originario di Sant’Alessio in Aspromonte, dove oggi ricopre l’incarico di vicesindaco, Antonino Sapone ha accolto con commozione la decisione, accettando dalle mani del sindaco Antonino Micari la chiave del Comune ed una pergamena in ricordo di questo momento carico di emozioni e ricordi.

    «Mi auguro di continuare sempre a meritare ed essere all’altezza di questa onorificenza, che mi commuove nel profondo – commenta Antonino Sapone – Auguro a tutti i miei colleghi di vivere una carriera serena come quella qui da me vissuta, poiché non soffre sacrifici chi lavora con piacere».

    Nessuno dei colleghi di Sapone è voluto mancare al conferimento della cittadinanza onoraria al loro “ragioniere” per antonomasia, numerosi i messaggi di congratulazioni giunti da tutta Italia ed ovviamente sentite le parole di elogio espresse da ogni consigliere sanrobertese.

    «Nino Sapone è un orgoglio per San Roberto e la sua lezione più grande è il sorriso. Nonostante la vita lo abbia spesso messo innanzi a problemi che avrebbero atterrito anche il più forte tra di noi, non l’ho mai visto entrare in Comune senza il suo sorriso, trasmesso a chiunque incontrasse, colleghi, concittadini, amministratori, me compreso – spiega Antonino Micari tra pause di commozione colmate dagli applausi della sala consiliare – Il nostro è stato un rapporto di rispetto reciproco, soprattutto come amici in grado di confrontarsi e costruire assieme per il bene della collettività. Da oggi sei in pensione e potrai così dedicarti a tempo pieno alla tua famiglia, la quale ti ha sempre condiviso con la pubblica amministrazione. Nel consegnarti queste chiavi ti accolgo come cittadino onorario e ti dico semplicemente che oggi più che mai San Roberto è la tua casa».