• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – L’attore e regista Augusto Zucchi in riva allo Stretto: “Voglio vivere qui, terra ricca di talenti”

    Reggio Calabria – L’attore e regista Augusto Zucchi in riva allo Stretto: “Voglio vivere qui, terra ricca di talenti”

    di Grazia Candido – Una full immersion nel teatro per offrire ai giovani del Sud l’occasione per imparare e conoscere il proprio talento migliorando la propria formazione attoriale. Hanno preso il via ieri, i corsi dell’associazione culturale arte e spettacolo “Calabria dietro le quinte APS” che, inseriti nel progetto “N.T.T. – New Theatre training”, sostenuto dal bando di Scena Unita – per i lavoratori della Musica e dello Spettacolo – fondo privato gestito da Fondazione Cesvi – in collaborazione con La Musica Che Gira e Music Innovation Hub, porteranno sino al prossimo dicembre, in riva allo Stretto, attori e registi del panorama nazionale.

    Ad aprire le lezioni teoriche e pratiche, l’attore, sceneggiatore e regista ligure Augusto Zucchi che, in una intensa due giorni (oggi, presso la sala Allegra Tribù, si concluderà il primo modulo incentrato sulla dizione, fondamentale per la professione dell’attore, impostazione della voce, respirazione, controllo delle emozioni e dell’espressione sino ad arrivare all’interpretazione), ha voluto che ogni partecipante potesse esperire direttamente l’arte del racconto, che fa del “come” piuttosto che del “cosa” il proprio tesoro e la propria forza espressiva.
    “In questi giorni, faremo delle riflessioni sulle quali concentrarsi per far capire ai giovani, che la recitazione può essere divertente ma non è solo questo: per essere un bravo attore, è necessario fare una lunga gavetta, faticare fisicamente, combattere con i propri conflitti, con le indecisioni, superare gli ostacoli che si presentano nella vita di ciascuno – afferma l’attore Zucchi -. Spesso, i giovani si trovano di fronte una realtà che non hanno ben capito e molti si tirano indietro, altri pensano di non essere all’altezza ma questo non è giusto perchè devono sapere che non avevano le informazioni giuste. Io faccio proprio questo durante le mie lezioni, rendo noto ciò che è necessario fare per arrivare a quello che tutti desiderano: essere bravi attori”.
    Il noto regista durante la sua lunga e straordinaria carriera, fatta di cinema, televisione, teatro, ha voluto dedicare molto del suo tempo ai ragazzi in un lavoro di ricerca attoriale e registico perchè “ci sono tanti talenti in questo Paese, soprattutto al Sud”.
    “Il Sud vive ancora di entusiasmi, dà al mondo talenti che vanno tirati fuori – continua Zucchi -. Oggi quello che manca è la passione, il sacro fuoco e la voglia di migliorare, di crescere. Per questo, vorrei trasferirmi al Sud perchè  qui bisogna fare qualcosa, qui ci sono persone disponibili che hanno voglia di produrre e dare concretezza ai sogni. Nella vita, non mi sono mai accontentato, sono molto irrequieto perchè per essere un bravo regista bisogna essere anche un grande attore, un bravo autore, uno psicologo e per farlo bene, serve spaziare e io lo faccio. Lavoro e vivo a Roma, ma vorrei fermarmi qui tant’è che quando mi chiamano per fare lezioni, ci vengo volentieri perchè mi trovo bene con i giovani calabresi, sono pieni di passione, un po’ meno con i politici però, non è detto che non si possano fare cose belle per questa terra e per i suoi talenti”.
    Le lezioni continueranno il 29 e 30 ottobre con l’attore di “Gomorra” Antonio Gargiulo,  il 6 e 7 novembre toccherà al regista e attore teatrale Diego Ruiz mentre il 4 e 5 dicembre, concluderà il corso di teatro  l’insegnante di dizione Cinzia Alitto.