• Home / CITTA / Reggio Calabria / Premio internazionale Bronzi di Riace, tra i premiati anche il siciliano Giovanni Firera

    Premio internazionale Bronzi di Riace, tra i premiati anche il siciliano Giovanni Firera

    Martedì 7 settembre alle ore 18 al Relais Villa Fornari di Camerino (MC) si svolgerà la cerimonia di consegna del “Premio internazionale Bronzi di Riace”, promosso e organizzato dall’Associazione turistica “Pro Loco Città di Reggio Calabria”, dal comune di Reggio Calabria, con il patrocinio del Consiglio regionale calabrese e dei Comuni di Camerino, Visso, Castelsantangelo e Muccia. La manifestazione, giunta alla sua ventesima edizione, è nata da un’idea di Giuseppe Tripodi, presidente della Pro Loco reggina, «ispirata alle due famosissime statue bronzee che tutto il mondo ci invidia perché di fattezza unica e di rara bellezza, volta a premiare quelle personalità italiane che, come fieri guerrieri, si sono battuti per dare lustro e visibilità alla nostra amata terra, portandone alto il nome in patria e all’estero».

    Saranno premiati come “Fieri guerrieri” (questa la dicitura del premio) alcune personalità che si sono distinte nei settori dell’arte, della cultura, dell’economia, dell’impresa, dell’associazionismo non profit, dell’impegno civile e religioso. Spiccano, su tutti, i nomi del tenore e cantante Andrea Bocelli e dell’imprenditore Diego Della Valle.

    Tra i premiati c’è anche il siciliano (ma torinese di adozione) Giovanni Firera, responsabile della comunicazione e delle relazioni istituzionali dell’INPS Piemonte. Firera, originario di Pachino (Siracusa), è presidente onorario di Konfindustria Albania in Italia. In questa veste, e ancor prima come Console onorario dell’Albania, si è impegnato nello sviluppo degli scambi economico-industriali e socio-culturali tra i due Paesi. È stato presidente dei Giornalisti degli Uffici Stampa del Piemonte e vice segretario nazionale del GUS (Gruppo di Specializzazione) della Federazione Nazionale della Stampa Italiana (FNSI); già vice segretario dell’Associazione Stampa Subalpina del Piemonte, docente di corsi di giornalismo e comunicazione, sia in Italia che all’estero. In qualità di presidente dell’Associazione culturale “Vitaliano Brancati” dal 2004 a oggi, ha promosso e organizzato seminari e incontri letterari e culturali, tra cui l’omonimo premio giornalistico internazionale che si svolge a edizioni alterne in Sicilia e in Piemonte. Lo scorso giugno a Missaglia (Lecco), Firera è stato insignito del prestigioso Premio Arte & Cultura Villa Sormani, riservato a personalità italiane di eccellenza che si sono distinte a livello internazionale nei campi della cultura, dell’arte, della scienza e dell’imprenditoria.

    Tra i premiati del Premio internazionale Bronzi di Riace, anche il designer Pier Luigi Carcerano, l’economista Massimo Ciambotti, Claudio Pettinari rettore dell’università di Camerino, Flavia Petrin presidente nazionale dell’Associazione italiana donazione organi (AIDO), Antonello Crucitti (Onlus “Fede, speranza e carità”), Gemma Gesualdi (presidente dell’associazione “Brutium calabresi nel mondo”), l’arcivescovo di Camerino monsignor Francesco Massara, il generale dei Carabinieri Alessandro Gentili, lo scultore Nazzareno Rocchetti, gli scrittori Mario Vicino e Donatella Pazzelli, l’editore Piero Graus, il critico d’arte Pasquale Lettieri; gli imprenditori: Adolfo Guzzini, Mara Mogliani e Giampietro Sanseverino, Niccola e Carlo Rossi, Gaetano Maccari, Tommaso Rossi; i manager Maurizio Crea e Sergio Palma.

    Nel corso degli anni, il Premio si è svolto a Roma, Torino, Milano, nel Principato di Monaco e alla Maison de l’Italie di Parigi. La scelta è ricaduta quest’anno su Camerino in un gemellaggio ideale con le Marche. Sponsor ufficiale della manifestazione è l’azienda alimentare Svila di Visso (MC).