• Home / CITTA / Reggio Calabria / A Reggio Calabria Ecojazz apre il sipario alla 30esima edizione

    A Reggio Calabria Ecojazz apre il sipario alla 30esima edizione

    A Reggio Calabria Ecojazz apre il sipario alla 30esima edizione, attendendo dal vivo il sorgere del sole dopo tante chiusure forzate.
    Il jazz incontra la Fata Morgana nel più bel kilometro d’Italia, venerdi 30 luglio alle ore 5 del mattino, rinnovando un rituale che quest’anno assume accenti forti di fede e speranza. Non é un miraggio se finalmente abbiamo annullato le distanze e possiamo vedere l’intesa dei musicisti oltre lo schermo, quando mare e cielo si toccano sotto le tinte tenui della prima luce del giorno.
    Le melodie, proprio come avviene nel fenomeno della Fata Morgana, si adagiano, si allungano e si abbracciano con la voglia di catturare l’attimo fuggente per trasformarlo in sinfonia di note capace di esaltare il jazz di impronta afroamericana e amplificando l’innegabile ed importante tradizione europea. Un mélange sensoriale che rapisce lo sguardo e affina l’orecchio; allontana l’illusione e alimenta l’afflato; incrementa la sensibilità e stimola l’entusiasmo forse per troppo tempo sopito. Accanto alla Fata, si erge, a guida di questa ennesima manifestazione, la Regina dell’armonica, la cromatica, quasi a voler cogliere il riflesso emotivo nelle sue più sottili sfumature liriche ed intimiste.

    Giuseppe Milici all’armonica si esibirà assieme ad Antonio Zarcone alla tastiera con inaspettate progressioni di perfetta costruzione dando vita ad un mood insolito che di sicuro rimarrà nella memoria.
    Alla rotonda respireremo quel pathos che ognuno di noi ricerca nella bellezza della musica grazie a un nuovo giorno, ad un’alba radiosa, ad un varco illuminato, in una fase epocale della nostra vita.
    Luisa Nucera