• Home / CITTA / Reggio Calabria / Richiami vaccini in Calabria, l’U.Di.Con. chiede chiarezza al Commissario Longo

    Richiami vaccini in Calabria, l’U.Di.Con. chiede chiarezza al Commissario Longo

    “La campagna vaccinale fortunatamente sta iniziando a produrre i suoi frutti in tutto il Paese – scrive in una nota il Commissario Regionale dell’U.Di.Con. Calabria Domenico Iamundo – nella nostra Regione però a destare scalpore sono le tempistiche di somministrazione dello stesso vaccino nei confronti della stessa categoria di vaccinati.

    Ci sono pervenute numerose segnalazioni sul fatto che il calendario di somministrazione dei vaccini è diverso a seconda del territorio di appartenenza della stessa regione e si può generare una situazione per cui la stessa categoria di soggetti potrebbe ricevere la seconda dose di vaccino a distanza di una tempistica diversa. Si tratta di un errore cruciale nella campagna di vaccinazione della Calabria – continua Iamundo – fermo restando ogni considerazione dal punto di vista medico sull’opportunità di spostare in calendario la seconda dose, una differenziazione della stessa nell’ambito della stessa regione non può che contribuire a una certa confusione per l’utenza che vede trattamenti diversi nella seconda dose a parità di situazione. Tutto ciò potrebbe contribuire ad accrescere un clima di sfiducia nei confronti della campagna di vaccinazione che deve essere evitato in tutti i modi. Alla luce dell’importanza di questo passaggio – conclude Iamundo – abbiamo deciso di chiedere chiarimenti al Commissario della Sanità e al Ministro della Salute per far sì che si arrivi ad una maggiore omogeneità sui tempi di somministrazione della seconda dose”.