• Home / In evidenza / Reggio Calabria – Bomba sanitaria in via Villini Svizzeri, i residenti denunciano perdite fognarie e idriche

    Reggio Calabria – Bomba sanitaria in via Villini Svizzeri, i residenti denunciano perdite fognarie e idriche

    di Grazia Candido – Liquami, odori nauseabondi  e perdita di acqua potabile in via Villini Svizzeri. I residenti del posto sono arrabbiati e delusi per “l’assenza di un’Amministrazione più volte sollecitata ma sorda alla richiesta di aiuto di cittadini stanchi di dover convivere con incuria e degrado”.

    A denunciare l’ennesima perdita di acqua e una fogna zampillante, il signor Francesco Pendino che, durante il “tour illustrativo per la via” mostra le numerose perdite idriche e cumuli di immondizia lasciati fuori le abitazioni e dentro il cortile della scuola elementare “Pascoli”.
    “E’ una vera indecenza, ci troviamo di fronte ad una bomba sanitaria da non sottovalutare – tuona il residente -. Più volte, abbiamo segnalato agli organi competenti questo problema che si ripete puntualmente, ma nessuno mai è riuscito a risolverlo in maniera definitiva. Uno spreco di acqua potabile che si riversa per la strada arrivando, con il forte getto, anche sulle finestre, porte e serrande dei garage delle varie abitazioni. Per non parlare del fiume di escrementi che fuoriesce da quella botola fognaria e, ci tengo a precisare, che la perdita è della rete fognaria comunale. L’amministrazione dovrebbe, viste le numerose segnalazione fatte negli anni, bonificare l’intero sito perché ci troviamo di fronte ad un elevato rischio di salute per i residenti”.
    Mentre lo sconsolato cittadino ci racconta le battaglie fatte da quando si è trasferito in quella zona unite alla pulizia della via insieme ad altri abitanti che, puntualmente, raccolgono sterpaglie, spazzatura abbandonata e indifferenziata lasciata fuori i portoni delle case, si affaccia un odontotecnico che proprio sulla via, ha lo studio indicandoci quella fogna che rende irrespirabile l’aria.
    “Fate qualcosa, aiutateci, lavoriamo con estrema difficoltà e, quotidianamente, dobbiamo garantire igiene e sicurezza ai nostri pazienti” – precisa il noto professionista.
    Pienamente d’accordo il signor Pendino che bacchetta “la gestione amministrativa grazie alla quale, purtroppo, la città ha cambiato il suo volto. Non parliamo di destra o sinistra, non ci interessano gli schieramenti: noi vogliamo servizi, poter vivere dignitosamente e in salute. Guardate la scuola, come sono combinati gli interni dei cortili. Pieni di erbacce, banchi accatastati e disusi, immondizia. I bambini non possono nemmeno usufruire di questi spazi all’aperto. Non possiamo parlare più di centro storico, Reggio è tutta abbandonata. Oramai, conviviamo con un degrado generale che sinceramente, non ci meritiamo”.