• Home / In evidenza / “Nessuno da mesi copre le buche. Se ci scappa il morto si sappia…”

    “Nessuno da mesi copre le buche. Se ci scappa il morto si sappia…”

    Raccogliamo qua sotto tre delle più significative email giunte in redazione a proposito di una situazione di grave pericolo relativa alla strada che conduce alla Basilica dell’Eremo e alla adiacente via Eremo Botte

     

    Gentile direttore, dopo oltre tre mesi di inutili segnalazioni per il ripristino della sede stradale nella zona dell’Eremo non ci resta che sperare nel vostro potere di denuncia, vista la situazione di grave pericolo (visto anche il mancato funzionamento di gran parte dell’impianto di illuminazione). La cosa grave è che i lavori sono stati effettuati proprio da Castore che poi si è totalmente disinteressata al ripristino della sede stradale, pur essendone obbligata e ignorando numerose segnalazioni (inutili perché loro lo sanno bene come stanno le cose, avendo rotto loro stessi l’asfalto)

     

     

    Sono un cittadino indignato, nauseato e preoccupato. Nella via Eremo Botte, da mesi si stanno allargando numerose voragini nel disinteresse più totale dell’Amministrazione comunale. Aspettiamo che ci scappi il morto? La cosa è possibile, proprio l’altro giorno un motorino è caduto proprio per evitare di finirci dentro. Il Comune sa bene e da tempo come stanno le cose, in caso di disgrazia la Procura della Repubblica sa dove andare…

     

     

    Vergogna! Un quartiere intero ostaggio da mesi del menefreghismo di chi di dovere che non copre le buche (ormai immense) create da loro stessi con lavori mai terminati. L’autobus ormai fa fatica a passare e la via (Eremo Botte, ma le buche partono da più giù, già di fronte all’ortopedico) è unica strada di accesso al quartiere Botte che, presto, resterà isolato.

    Vergognatevi!