• Home / CITTA / Reggio Calabria / CGIL, CISL e UIL aderiscono alla manifestazione nazionale unitaria “Diritto alla cura. Nessun profitto sulla pandemia”

    CGIL, CISL e UIL aderiscono alla manifestazione nazionale unitaria “Diritto alla cura. Nessun profitto sulla pandemia”

    I sindacati Cgil, Cisl e Uil, saranno in piazza, come in tante altre città italiane, per sostenere la campagna europea Right to the cure: “No profit on pandemic”, nel pieno rispetto delle disposizioni anti covid-19.

    L’obiettivo è quello di raccogliere firme a sostegno dello strumento dell’ICE, ossia dell’Iniziativa Cittadini Europei, per obbligare l’UE a modificare gli attuali accordi commerciali, con una sospensione dei diritti di proprietà intellettuale relativi ai vaccini anti Covid-19, appoggiando la proposta di India e Sud Africa, ancora bloccata al WTO.

    E nello specifico chiederemo l’adesione dei cittadini per 4 macro obiettivi:

    1 – Salute per tutti. abbiamo tutti diritto alla salute. in una pandemia, la ricerca e le tecnologie dovrebbero essere condivise ampiamente, velocemente, in tutto il mondo. Un’azienda privata non dovrebbe avere il potere di decidere chi ha accesso a cure o vaccini e a quale prezzo. I brevetti forniscono ad una singola azienda il controllo monopolistico sui prodotti farmaceutici essenziali. Questo limita la loro disponibilità e aumenta il loro costo per chi ne ha bisogno.

    2 – Trasparenza ora! I dati sui costi di produzione, i contributi pubblici, l’efficacia e la sicurezza dei vaccini e dei farmaci dovrebbero essere pubblici. i contratti tra autorità pubbliche e aziende farmaceutiche devono essere resi pubblici.

    3 – Denaro pubblico, controllo pubblico. I contribuenti hanno pagato per la ricerca e lo

    sviluppo di vaccini e trattamenti. ciò che è stato pagato dal popolo dovrebbe rimanere nelle mani delle persone. non possiamo permettere alle grandi aziende farmaceutiche di privatizzare tecnologie sanitarie fondamentali che sono state sviluppate con risorse pubbliche.

    4 – Nessun profitto sulla pandemia. Le grandi aziende farmaceutiche non dovrebbero trarre profitto da questa pandemia a scapito della salute delle persone. Una minaccia collettiva richiede solidarietà, non profitti privati. L’erogazione di fondi pubblici per la ricerca dovrebbe sempre essere accompagnata da garanzie sulla disponibilità e su prezzi controllati ed economici. Non deve essere consentito a big pharma di depredare i sistemi di assistenza sociale.

    Cgil Reggio Calabria Cgil Piana di Gioia Tauro Cisl Reggio Calabria Uil Reggio Calabria

    Gregorio Pititto Celeste Logiacco Rosi Perrone Nuccio Azzarà