• Home / In evidenza / Vaccinazioni, i Giovani Imprenditori calabresi: “Pronti a metterci al servizio della collettività”

    Vaccinazioni, i Giovani Imprenditori calabresi: “Pronti a metterci al servizio della collettività”

    “Le vaccinazioni sono la più importante e immediata
    sfida che il sistema Paese sta affrontando e il mondo dell’impresa,
    consapevole della propria responsabilità sociale, non può sottrarsi a
    questo impegno per il bene comune”. Lo afferma Umberto Barreca,
    presidente dei Giovani Imprenditori di Unindustria Calabria,
    nell’annunciare la disponibilità delle aziende associate “a sostenere,
    per quanto possibile, la sanità calabrese, contribuendo per la nostra
    parte a portare avanti l’impegno che, con sensibilità e spirito di
    servizio, la nostra associazione ha già assicurato alla Regione Calabria
    attraverso il presidente Aldo Ferrara, che ringraziamo”.
    Barreca spiega: “La disponibilità delle imprese a mettere a disposizione
    medici competenti e locali aziendali per vaccinare in sicurezza tutti i
    dipendenti che intendano sottoporsi al trattamento sanitario, vuole
    essere un contributo concreto delle nostre aziende verso il sistema
    pubblico. I numeri della vaccinazione devono aumentare e solo con il
    contributo di tutti si può pensare di raggiungere l’immunità di gregge
    necessaria per mettere in sicurezza i cittadini, ponendo fine alla
    pandemia e, al tempo stesso, garantendo le condizioni per una ripresa
    dell’economia, oggi letteralmente in ginocchio per gli effetti
    devastanti della crisi”.
    Il presidente dei Giovani Imprenditori calabresi esprime un plauso “alle
    Territoriali del nostro movimento, presiedute da Antonia Abramo
    (Catanzaro), Roberto Rugna (Cosenza), Vincenzo Squillacioti (Crotone),
    Giuseppe Pizzichemi (Reggio Calabria) e Fortunato Rizzo (Vibo Valentia)
    che, nel condividere pienamente questo percorso, hanno dimostrato qual è
    il grande valore aggiunto di questo gruppo. Ovvero la capacità di
    coniugare l’innovazione, la visione, la formazione di una nuova
    generazione imprenditoriale con il senso della responsabilità che
    appartiene alla classe dirigente del presente e del futuro”.