• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria, Politiche Sociali, Mantegna: “Nella Legge di Bilancio 2021 stanziate le risorse per assumere gli assistenti sociali”

    Reggio Calabria, Politiche Sociali, Mantegna: “Nella Legge di Bilancio 2021 stanziate le risorse per assumere gli assistenti sociali”

    Nei giorni scorsi si è tenuto, nei saloni di Palazzo Alvaro, un incontro fra i Comuni capofila dell’Ambito territoriale della Città Metropolitana per affrontare ed approfondire la possibilità di potenziamento del settore Servizi sociali attraverso le opportunità inserite nella legge di bilancio 2021.

    Coordinato dal dirigente Welfare Stefano Catalano, hanno preso parte al confronto i Segretari generali ed i Responsabili dell’Ufficio di Piano dei Comuni di Rosarno, Taurianova, Villa San Giovanni, Melito di Porto Salvo, Siderno, Caulonia, Palmi ed i funzionari del Comune di Reggio Calabria.

    «L’incontro – ha detto il dirigente Catalano – si è svolto in un clima di piena condivisione degli obiettivi da perseguire attraverso le opportunità previste dalla Legge di bilancio. La riflessione, infatti, si è sviluppata sugli strumenti tecnici elaborati dalle comunità e, in particolare, sullo schema di Accordo di Programma sulla quale l’unanimità dei presenti ha espresso parere positivo».

    «Andranno limati alcuni piccoli dettagli», hanno poi commentato i Segretari generali aggiungendo: «In particolare, andrà perfezionato lo sviluppo di un cronoprogramma rispetto alle azioni da intraprendere così da realizzare uno strumento di azione collettiva evitando possibili discrasie, nei tempi di attuazione, tra i Comuni capofila».

    «Pertanto – ha, quindi, affermato il consigliere delegato Domenico Mantegna – nei prossimi giorni avremo una bozza di accordo ben più completa da sottoporre, entro la fine del prossimo mese, all’approvazione di ogni Comune Capofila nei rispettivi Ambiti territoriali. Successivamente, il lavoro di coordinamento porrà in essere azioni di elaborazione per un’eventuale unica procedura concorsuale affinché il settore Servizi sociali possa dotarsi di un congruo numero di assistenti».

    «Non v’è dubbio – ha concluso il consigliere metropolitano delegato – che siamo di fronte ad un importante processo di ristrutturazione ed ammodernamento di un settore chiave per l’intero tessuto socioeconomico metropolitano. Il Welfare, grazie alla programmazione intrapresa dall’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Falcomatà, si affaccia a nuove e sempre più interessanti prospettive di sviluppo. L’assunzione di assistenti sociali, infatti, aggiungerà linfa ad un settore già di per sé dinamico e propositivo, andando a garantire una copertura capillare ed incisiva su tutto il territorio. Si procede, dunque, a passo spedito per oleare ed elevare una macchina fondamentale utile ad intercettare i bisogni e le necessità delle persone più fragili ed in difficoltà».