• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – L’associazione universitaria M.U.S.A. coinvolge gli studenti con una nuova sfida: un concorso di Design

    Reggio Calabria – L’associazione universitaria M.U.S.A. coinvolge gli studenti con una nuova sfida: un concorso di Design

    Pochi giorni fa una nuova sfida ha visto protagonisti gli studenti della facoltà di architettura dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. L’associazione studentesca M.U.S.A. dopo il successo del concorso artistico/fotografico MUSA_lendario, da la possibilità ancora una volta agli studenti di potersi mettere in gioco partecipando al contest “How will we live together?”.

    How will we live together è il titolo che è stato scelto per la Biennale di Venezia 2021, evento dedicato all’architettura al quale i ragazzi dell’associazione M.U.S.A. sono particolarmente legati.

    Il bando di concorso indetto da M.U.S.A. richiedeva la progettazione di una postazione reale o ideale di smart working ed inoltre la progettazione di un piccolo oggetto di design che ogni partecipante riteneva essere indispensabile sulla propria scrivania. I progetti vincitori verranno realizzati e donati ai rispettivi ideatori. Per permettere a tutti gli studenti di poter partecipare secondo le proprie conoscenze e competenze e per dare la possibilità ad ognuno di loro di gareggiare “ad armi pari”, è stata fatta dall’associazione una differenza di categoria: junior per gli studenti iscritti al primo anno e senior per gli studenti iscritti agli anni successivi al primo. Sabato 10 Aprile 2021, a seguito di un’attenta ed accurata votazione da parte di una giuria di esperti ha avuto luogo la premiazione dei vincitori del contest.

    Il vincitore della categoria senior è risultato essere lo studente Domenico Bongiorno iscritto al terzo anno di architettura, con il suo oggetto di design che egli stesso ha intitolato BLOX. Le vincitrici della categoria junior invece sono state Francesca Lugarà e Siria Mangiulli, entrambe studentesse del primo anno del neonato corso di Design, con il loro oggetto di design che hanno scelto di chiamare APOLLO.

    Tre importanti personalità hanno giudicato gli elaborati partecipanti permettendo poi ai ragazzi sopracitati di arrivare alla vittoria: l’Architetto Francesco Bagnato, docente presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, l’Ingegnere Salvatore Varriale, Interior Designer e molto popolare tra i giovani aspiranti designer per la sua pagina Instagram Designer Addicted, e la Designer Natalia Carere, responsabile esecutivo del prodotto presso MATERIA Independent Design Festival. La realizzazione degli oggetti vincitori avverrà a cura della Designer Natalia Carere.

    L’associazione studentesca M.U.S.A. si riconferma ancora una volta di grande aiuto e stimolo per gli studenti, perché permette loro di mettersi in gioco attraverso tutte le tecniche acquisite tramite lo studio delle varie materie, tenendo vivo un corretto spirito di competizione.