• Home / In evidenza / Reggio Calabria – Devozione e amore per le mamme calabresi. Il nuovo capolavoro dell’attore Calabrese

    Reggio Calabria – Devozione e amore per le mamme calabresi. Il nuovo capolavoro dell’attore Calabrese

    di Grazia Candido – E’ la prima parola che l’essere umano pronuncia, la parola più bella sulle labbra dell’umanità: mamma. Le mamme sono esseri speciali, sono donne forti come le rocce ma allo stesso tempo, fragili come i cristalli eppure sono sempre lì, accanto ai loro figli pronte a difendere i loro pargoli da ogni tempesta della vita.

    L’attore comico Gennaro Calabrese omaggia tutte le mamme del mondo e, in particolar modo, si rivolge a quelle calabresi, i veri “generali” della famiglia, della casa, le regine della cucina.
    Nel nuovo lavoro “La mamma Calabrese“, l’artista reggino, con la brillante interpretazione dell’attrice Angela Costantino e con la partecipazione di Daniele Calandra, Marco e Carmelo Lo Re, traccia il profilo della tipica mamma del Sud sempre attenta alla vita del figlio, alle sue attività sportive, lavorative, amorose, ai suoi viaggi e soprattutto, alla sua alimentazione. Il cruccio di ogni mamma calabrese è che il figlio deve stare sempre attento, non deve prendere troppo freddo altrimenti si ammala, non si deve stancare, non deve tornare tardi a casa e se per caso, accade qualcosa che può intaccare l’equilibrio familiare, fortunatamente, lei ha sempre la soluzione.
    “Le mamme sono esseri speciali, sono creature uniche, il motore vero del mondo e, in questo video, ho voluto far vedere, ironizzando il troppo di ciò che ogni giorno fanno, quanto siano importanti nella vita di ogni uomo – afferma l’attore Calabrese -. La mamma è colei che delimita le “zone rosse in casa” perché ha appena pulito e non accetterà mai che il figlio voglia mangiare dietetico e sano: lo accontenterà sempre cucinandogli però, carciofi dorati e fritti, polpette di melanzane, peperoni ripieni, frittelle di fiori di zucca. La mamma conosce cose che neppure la scienza è riuscita a dimostrare ovvero che dopo pranzo, devi aspettare 3 ore prima di farti un bagno non è una teoria medica ma l’ha inventata tua madre; che le sere d’estate devi portare sempre il maglioncino non è il meteo a dirlo ma tua madre e se per una sera non esci con la tua ragazza non è perché magari sei stanco, ma perché ti lassasti – ci scherza su l’artista-. L’ansia di una mamma per il figlio la si capisce quando questo parte per un viaggio: ti dice “non ti disturbo, chiamami quando arrivi” e poi, ogni dieci minuti ti telefona per sapere dove sei. Ma la fortuna di un calabrese quando viaggia è che non deve fare delle soste perché tua madre ti ha preparato la colazione a sacco”.
    Certo, sarà una missione impossibile risolvere definitivamente il grande quesito delle mamme calabresi: “Domani chi ti cucinu?”.
    Per il momento, godiamoci questi splendidi esseri viventi con le loro fissazioni, paturnie, inutili preoccupazioni perchè le mamme sono le uniche persone che non ci lasceranno mai e ci porteranno tutta la vita nel loro grande cuore.
    Il nostro geniale Gennaro non sbaglia nemmeno questa volta e nel suo capolavoro sottolinea una verità assoluta: “di mamma ce n’è una sola e la mia mamma è calabrese”.
    Guarda il video