• Home / CALABRIA / Sanità Calabria, Irto (Centrosinistra): “Assumere personale, ripensare rete territoriale e combattere sprechi”

    Sanità Calabria, Irto (Centrosinistra): “Assumere personale, ripensare rete territoriale e combattere sprechi”

    “È una ovvietà assoluta affermare che la Calabria debba uscire dal commissariamento. Lo sappiamo benissimo tutti. Ma non si esce dal piano di rientro a parole, occorre mettere ordine nei conti garantendo al tempo stesso l’offerta sanitaria ai cittadini”. È quanto ha sostenuto Nicola Irto, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Calabria, dopo l’incontro con il commissario per la sanità calabrese, Guido Longo, al quale hanno partecipato i consiglieri regionali del gruppo del Partito Democratico. “Negli ultimi dieci anni c’è stato uno smantellamento della rete territoriale, in direzione diametralmente opposta a quella che dovrebbe essere la logica necessaria ad affermare il diritto costituzionale alla salute dei cittadini. È necessario che ogni comprensorio, in maniera corrispondente alla popolazione, all’orografia e ai collegamenti, disponga di un’adeguata presenza di presidi e strutture sanitarie. Ma per fare questo – ha detto ancora Nicola Irto – serve una durissima lotta agli sprechi e per affermare la legalità. Il denaro pubblico va investito per pagare bene medici e paramedici e per fare nuove assunzioni di personale, a partire dal Dipartimento regionale della Salute che è una scatola vuota e dai servizi territoriali mai attivati, invece di disperdersi in mille rivoli”.