• Home / CITTA / Reggio Calabria / Michele Laganà è il nuovo presidente dell’associazione costruttori edili reggini

    Michele Laganà è il nuovo presidente dell’associazione costruttori edili reggini

    L’Assemblea dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili (ANCE) di Reggio Calabria, nella seduta del 26 febbraio 2021, ha eletto nel proprio seno il nuovo Presidente dell’Associazione per il quadriennio 2021-2024 completando altresì il quadro dei propri Organi Direttivi già in carica con l’elezione dei due Vice Presidenti e del Tesoriere.

    A conclusione delle operazioni di votazione e di scrutinio, quale primo punto all’ordine del giorno elettorale, l’Assemblea ha eletto l’arch. Michele Laganà alla presidenza dell’Associazione per il quadriennio 2021-2024.

    Nel contempo il medesimo organo assembleare ha provveduto ad eleggere il geom. Francesco Carnovale ed il geom. Francesco Romeo, designati dal neo presidente e già componenti del Consiglio Generale dell’associazione, quali nuovi vice-presidenti di ANCE Reggio Calabria e l’arch. Santo Surace, quale Tesoriere.

    Il presidente Laganà, subito dopo la proclamazione, ha rivolto a tutti i colleghi parole di gratitudine per l’unanime e caloroso consenso ricevuto ribadendo il proprio impegno in favore del sistema imprenditoriale edile e dell’economia locale nell’alveo di legalità, trasparenza e professionalità tracciato dal proprio predecessore, Francesco Siclari.

    Sono profondamente lusingato e particolarmente lieto – ha dichiarato l’architetto Laganà – per la fiducia che nel corso delle consultazioni e propriamente oggi l’Assemblea ha voluto tributarmi e che comporta principalmente l’impegno di contribuire a soluzioni e prospettive per il rilancio delle costruzioni reggine e del proprio sistema di rappresentanza, fiaccati da 12 anni di profonda crisi cui la pandemia COVID-19 ha posto il proprio tragico sigillo.

    Un settore edile che, nonostante la forte e costante contrazione economica ed occupazionale vissuta sulla pelle di imprese e lavoratori, è investito da concrete prospettive di sviluppo e chiamato a svolgere il proprio ruolo anticiclico, oggi più che mai, indispensabile per superare l’emergenza socio-economica connessa alla pandemia.

    Nella nostra visione – prosegue il presidente Laganà – l’azione associativa dunque dovrà favorire, sollecitare e partecipare l’implementazione concreta degli importanti investimenti programmati favorendone la concreta ed efficace attuazione, le più ampie ricadute anche qualitative per colmare il tradizionale gap con le altre aree più sviluppate del Paese.

    Nel contempo, dovremo spenderci per superare le debolezze storiche del nostro settore e del nostro territorio, tra cui quella gravissima delle ramificazioni e delle ingerenze della criminalità organizzata nell’economia e della concorrenza sleale in tutte le sue forme.

    Proprio in tale ottica ritengo imprescindibile la prosecuzione ed il rafforzamento dell’opera di piena collaborazione con le istituzioni del past president Francesco Siclari per affermare la sostanza di un sistema imprenditoriale al fianco dello Stato nella lotta per la legalità e per il presidio di uno stato di diritto nel quale dispiegare l’azione imprenditoriale, indispensabile per creare occupazione, sviluppo e benessere sul territorio.

    In questo compito difficile sono sostenuto dalla certezza di poter contare sul contributo di tutta la categoria dei costruttori, dotata di altissima professionalità e spirito di sacrificio, grazie alla quale potremo affrontare al meglio i problemi di settore come della più ampia economia reggina.

    Agli altri componenti eletti il Presidente di ANCE Reggio Calabria, Michele Laganà, ha espresso a nome di tutta l’Assemblea il compiacimento per l’investitura e l’augurio di buon lavoro.

    “Invito tutti, con forza, a guardare avanti ed a lavorare insieme per il rafforzamento delle costruzioni reggine e del nostro territorio – prosegue il presidente Laganà – senza farci scoraggiare dal drammatico recente passato. In questo percorso auspico e sono certo che anche i nuovi componenti eletti insieme con il Consiglio Generale e tutta la base associativa, daranno un importante contributo alle attività ed alle iniziative che l’Associazione intraprenderà.

    In questa prospettiva, ci conforta la storia della nostra associazione. Una storia che rappresenta una grande eredità che abbiamo il dovere e la responsabilità di onorare e rivitalizzare ogni giorno anche e soprattutto attraverso uno slancio nuovo verso il futuro posto nella prospettiva di chi vuole contribuire ad aiutare il proprio Paese, la propria gente e le proprie istituzioni”.