• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – Alla Mediterranea una conferenza internazionale sulla Carta europea dei diritti fondamentali

    Reggio Calabria – Alla Mediterranea una conferenza internazionale sulla Carta europea dei diritti fondamentali

    Parte, su impulso di un centro di ricerca universitario di Reggio Calabria, un nuovo evento di respiro internazionale, che coinvolgerà circa 40 relatori di 23 Paesi di tutto il mondo e vedrà gli studenti della “Mediterranea” protagonisti attivi nelle attività formative e di scambio culturale, assieme ai loro coetanei argentini, brasiliani ed ecuadoriani.

    Il Mediterranea International Centre for Human Rights Research (MICHR) dell’Ateneo reggino, in collaborazione con la REDHT – Rede de Pesquisa Direitos Humanos e Transnacionalidade (Brasile), il Department of Civil, Economic and Private International Law – Cracow University of Economics (Polonia), il Programa de Pós-Graduação em Direito – Universidade de Caxias de Sul (Brasile), la Facultad de Derecho – Universidad Central de Ecuador (Ecuador) e la Facultad de Derecho – Universidad Siglo 21 (Argentina), ha promosso, infatti, una Conferenza Internazionale, dal titolo, “I 20 anni della Carta di Nizza ed il dialogo tra Europa e America Latina in materia di Diritti Umani”, che si svolgerà online il 7 e l’8 dicembre c.a.
    L’evento, imperdibile e profondamente formativo, coinvolgerà professori, ricercatori e studenti di Italia, Spagna, Portogallo, Polonia, Albania, Macedonia del Nord, Ungheria, Russia, Brasile, Ecuador, Argentina, Cile, Bolivia, Colombia, Perù, Messico, Costa Rica, Panama, Nicaragua, El Salvador, Guatemala, Repubblica Dominicana, Iraq.

    Il precipuo obiettivo dell’iniziativa è celebrare i 20 anni di vita della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea (proclamata solennemente a Nizza proprio il 7 dicembre del 2000), discutendo delle questioni legate alla sua efficacia e alle nuove sfide dei diritti umani in Europa e in America latina.

    Il 7 dicembre, dopo i saluti dei direttori (h. 15:00) ci sarà l’introduzione magistrale del Prof. Dr. Gábor Hamza (uno dei più famosi giuristi europei, conosciuto e stimato in tutto il mondo); in seguito le quattro sessioni: la prima (h. 15:30), coordinata dal Prof. Dr. Angelo Viglianisi Ferraro, Direttore del MICHR; la seconda (h. 17:00) coordinata dalla Prof. Dr. Luciana Aboim Machado (Brasile). Nelle ulteriori due sessioni (terza h.19:30; quarta h.20:30), la Conferenza coinvolgerà gli studenti italiani Maria Rosaria Abramo, Francesco Arcudi, Damiano Barbagallo, Elenio Bolognese, Chiara De Marco, Francesca Furina, Francesco Geria, Girolamo Giovinazzo, Giuseppe Laganà, Rosa Mantineo, Ester Marino, Alessia Martino, Anna Rocca, Christian Scappatura e Flaviana Versace (coordinati dal Prof. Dr. Bruno Cozza) e brasiliani (coordinati dal Prof. Dr. Hector Tapia). Pertanto, gli studenti dell’Università Mediterranea avranno la preziosa opportunità di relazionare riguardo la Carta di Nizza in un contesto accademico internazionale.

    Il giorno seguente, l’8 dicembre, la Conferenza è articolata sempre in quattro sessioni: la prima (h. 15:00), coordinata dalla Prof. Dr. Cleide Calgaro; la seconda (h. 16:30) coordinata dalla Prof. Dr. Viviane Coelho de Séllos-Knoerr.

    Nelle ulteriori due sessioni (terza h.19:30; quarta h.20:30), l’evento coinvolgerà gli studenti argentini (coordinati dalla Prof. Dr. Francielle Vieira) ed ecuadoriani (coordinati dal Prof. Dr. Cristian Altavilla).

    La Direzione dell’iniziativa è affidata ai Proff. Angelo Viglianisi Ferraro (Italia), Bogusława Gnela (Polonia), Luciana Aboim Machado (Brasile), Héctor Patricio Tapia Ramírez (Ecuador), Cleide Calgaro (Brasile), Christian Altavilla (Argentina), Viviane Coelho de Séllos-Knoerr (Brasile), Zélia Luiza Pierdoná (Brasile), Hector Bombiella (Colombia), Bruno Cozza (Brasile).

    La Segreteria organizzativa è composta da Elenio Bolognese (Italia), Luis Angelo Dallacort (Brasile), Kamilla Machado Ercolani (Brasile), Vitaly Kasparov (Russia).

    La Conferenza rappresenta chiaramente un momento irrinunciabile di confronto, discussione e approfondimento, aperto gratuitamente a tutti gli interessati.