• Home / In evidenza / Reggio Calabria – La parodia “I will survive”, il vaccino di Calabrese per uccidere il Covid-19

    Reggio Calabria – La parodia “I will survive”, il vaccino di Calabrese per uccidere il Covid-19

    di Grazia Candido – Gennaro Calabrese sfida il Covid-19 e lo vince con il suo “vaccino dell’ironia” sensibilizzando la gente a prestare attenzione per metterlo definitivamente all’angolo. In queste ultime ore, sta spopolando sul web e non solo, la nuova ed originalissima parodia dell’attore comico reggino “I will survive” (Sopravviverò?) cantata dallo stesso Coronavirus interpretato da un Calabrese in una rotondeggiante forma fisica.

    Ancora una volta, il vulcanico attore è riuscito a creare un video ironico ma particolarmente d’effetto che sprona gli italiani e non solo, a non mollare e, attenendoci ad alcune regole essenziali, tutti insieme possiamo sconfiggere definitivamente questa terribile pandemia.
    Un virus “very strong la cui vita è molto long”, si domanda chi sarà l’eroe del secolo che riuscirà ad ucciderlo e anche se questo brutto batterio pensa di vincere nonostante un nuovo lockdown, arriva alla fine la sua giusta punizione.
    “Basta poco per difendersi – spiega l’istrionico attore –. Ho pensato di fare qualcosa di buono visto il nuovo isolamento in cui è ripiombato il nostro Paese ridicolizzando la figura malefica di questo virus. Il video è stato rigorosamente registrato a casa e nel montaggio di Francesca Esposito (che cura anche brillantemente la regia) abbiamo messo in risalto che ci sono poche ma importanti regole, come mettere le mascherine, lavarsi le mani, le distanze sociali che vanno assolutamente rispettate per debellare questa bestia”.
    L’attore Calabrese sa bene che l’unica arma a disposizione della nostra difesa psicologica è l’umorismo e in un minuto e 32 secondi, non solo riesce a ridicolizzare un virus che ha messo in ginocchio il mondo ma con il suo carisma e innato talento, lancia un messaggio chiaro attutendo ansia, apprensione e paura collettiva.
    “Capisco bene tutte le difficoltà e i problemi creati da questa pandemia ma è sempre importante rispettare le regole che ci sono state imposte in questi mesi – continua il comico reggino -. Indossare con diligenza la mascherina e igienizzarsi spesso le mani riducono di gran lunga il rischio di contagio. Ci tengo a precisare che in questo video, ho deriso il Covid-19 come virus, non la pandemia, per cercare di renderlo vulnerabile agli occhi di chi lo combatte quotidianamente per vincerlo: i nostri preziosi medici, infermieri e tutti gli operatori sanitari in trincea oramai da tantissimi mesi. Non possiamo arrenderci ora dopo tutti i sacrifici fatti e le perdite umane che abbiamo avuto. Il mio video vuole essere proprio un invito alla speranza attraverso la dissacrazione di questo virus che si sente bello, figo ma in realtà è vulnerabile e battibile. Io lo so, alla fine vinceremo noi, vincerà l’umanità e l’immagine finale che viene ucciso dall’acqua è la sopravvivenza del mondo”.
    Per ogni storia bella o brutta che sia, c’è sempre un finale e allora, afferriamolo questo lieto fine e regaliamoci un nuovo inizio.
    Guarda il video
    https://www.youtube.com/watch?v=I6U0EtTh6wY