• Home / CALABRIA / Area dello Stretto tra zona rossa e arancione: controlli efficaci ma discreti

    Area dello Stretto tra zona rossa e arancione: controlli efficaci ma discreti

    L’area dello Stretto sposta qualcosa come 5000 pendolari ogni giorno, per motivi di lavoro, studio e sanità ed a questi va ad aggiungersi il traffico merci che da Villa San Giovanni raggiunge Messina.

    Il dpcm impone la possibilità di spostarsi tra una sponda e l’altra solo per comprovate necessità e, dunque, strill.it ha deciso di verificare di persona come procedono le cose sullo Stretto.

    Il quadro che ne viene fuori racconta di un clima di assoluta serenità ma anche di controlli accurati svolti sia in Calabria che in Sicilia, eppure con massima discrezione.

    La compilazione o la consegna dell’autocertificazione è accompagnata da alcune domande chiarificatrici o esplicative e dalla conseguente assunzione di responsabilità con firma annessa: “La gente collabora e il clima è sereno e disteso” ci hanno detto gli uomini della Polizia di Stato del Questore Megale sulla sponda calabra e delle Fiamme Gialle su Messina.