• Home / In evidenza / Reggio Calabria – Proclamazione del sindaco, Falcomatà chiama a raccolta tutti: “Nessuno ora si può fare da parte”

    Reggio Calabria – Proclamazione del sindaco, Falcomatà chiama a raccolta tutti: “Nessuno ora si può fare da parte”

    di Grazia Candido –  “Inizia il secondo tempo, il meglio deve ancora venire”. Con queste parole Giuseppe Falcomatà “abbraccia” idealmente i cittadini accorsi questa mattina a Piazza Italia dove è stato proclamato sindaco.
    Una cerimonia sobria che, per la prima volta a causa del Covid-19, si è svolta all’aperto, per evitare assembramenti e garantire ai partecipanti, per quanto possibile, le norme di sicurezza.
    Ad aprire il rito, il presidente dell’ufficio elettorale centrale Pino Campagna che, dopo aver accertato alcuna condizione di incandidabilità del sindaco Falcomatà e il numero di voti validi (44.070) lo proclama alle ore 12,20 tra gli applausi dei presenti.

    “Sono molto più emozionato del 2014 – esordisce il primo cittadino visibilmente stanco – Intanto ringrazio l’ufficio centrale, i dipendenti, il presidente Campagna, un vero amuleto. E’ stata una campagna elettorale dura, sofferta per tutti noi, per le nostre famiglie, per i candidati e, ora, stiamo sentendo il peso fisico e mentale. Ringrazio tutti i cittadini, chi ci ha dato fiducia e chi ha dato fiducia ad altre compagini politiche. Ognuno di voi è stato da stimolo costante sia per darci la forza sia per farci vedere le cose che non andavano e che dobbiamo modificare. Questa è la vittoria della città, della consapevolezza, delle identità, del senso di appartenenza e questo spirito non va disperso”.
    Il primo cittadino rispolvera per i suoi progetti futuri “il patrimonio di risorse umane, di intelligenze di questa città che dovrà essere protagonista nei prossimi anni” ma anche, mette in evidenza come “in questa campagna elettorale, abbiamo sentito fiducia e affetto nei nostri confronti e una forte domanda di cambiamento della continuità nella discontinuità”.

    “Noi chiamiamo a raccolta tutti perché nessuno si può fare da parte – aggiunge Falcomatà – Quando dicevamo che questa era la sfida della città, intendevamo questo: da qui alle prossime settimane, cambieremo il volto di Reggio ma non per i prossimi 5 anni ma per i prossimi 50 anni. Sento tantissimo il peso della responsabilità, noi abbiamo la responsabilità delle future generazioni. Si inizia a costruire oggi, ecco perché nessuno può farsi da parte. Questa sarà la città delle opportunità, questa sarà la sfida che porteremo a termine – continua il primo cittadino – La campagna elettorale è finita, è stata una campagna che ha diviso la città ma oggi, chi rappresenta le istituzioni in città, chi rappresenta le istituzioni a livello regionale e nazionale è chiamato a lavorare in sinergia con noi e noi faremo lo stesso. Tutti rappresentiamo Reggio e la dobbiamo rappresentare con senso del dovere, responsabilità e amore. Chiedo ed invito tutti coloro che rappresentano Reggio Calabria di cooperare per il bene e futuro della città mettendo da parte le divisioni politiche e partitiche. Il nostro obiettivo è far rinascere per sempre la città”.
    A sorpresa, il candidato del centro destra Nino Minicuci è arrivato in piazza per congratularsi con il sindaco eletto garantendo la sua “permanenza al Consiglio comunale e la disponibilità a cooperare nell’interesse della città”.
    Una stretta di mano e un abbraccio tra i due, fa cadere l’ascia di guerra e, forse, sancisce un nuovo inizio per Reggio.