• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria, Andriani: “Gli esercenti vanno aiutati dallo Stato”

    Reggio Calabria, Andriani: “Gli esercenti vanno aiutati dallo Stato”

    In merito all’intervento del Presidente della Confesercenti di Reggio Calabria su Tg3,  non penso che il problema della semichiusura possa essere affrontato in tale modo, ossia mettendo in dubbio il pericolo di contagi e/o il suo aumento in questo periodo. Concordo con la negazione che le uscite serali o “movida” come la si vuol chiamare, possano essere la causa primaria, ma non possiamo mettere in dubbio l’ imperversare dei contagi nel mese corrente di ottobre che coincide con la ripresa dell’anno scolastico, il maggiore utilizzo dei mezzi di traspprto ed anche il repentino mutamento climatico autunnale in cui si verificano i primi rash influenzali, con conseguente abbassamento delle difese immunitarie. Se noi esercenti ci assumiamo la responsabilità di contrastare le misure in tal modo, verremo lasciati ancor più soli dal Governo. Esso, infatti, non è stato in grado, per tutti i mesi estivi, di pianificare adeguatamente una necessaria copertura economica per fronteggiare le chiusure delle varie attività produttive tutte, le quali non avrebbero mai potuto registrare una reale ripresa post lock-down. Ancorche’ virologli ed esperti preannunciassero  la seconda ondata   in  autunno, le soluzioni economiche hanno riguardato, in pratica, solo il minimo rinvio di tasse ed il blocco degli aiuti già in corso ( vedi blocco fondo perduto agenzia delle entrate).
      Se il  rischio di ammalarsi c’è, così com’è acclarata l’emergenza sanitaria, difficile da combattere stante la condizione dei nostri ospedali, le istituzioni hanno l’obbligo di garantire la salute ed al contempo, risolvere l’emergenza economica attuandone la copertura.
    Questa è la battaglia che va portata avanti, come esercenti, chiedendo al Governo ammortizzatori e soprattutto una facilità assoluta dell’accesso al credito per le aziende, scevro dagli impedimenti burocratici e di valutazione bancaria, contenuti nel Decreto liquidità.
    Gabriella Andriani
    componente ass. naz. Imprenditori Uniti