• Home / CITTA / Reggio Calabria / Diritto allo studio – Anastasi e Di Natale incontrano Rettore Mediterranea Reggio Calabria

    Diritto allo studio – Anastasi e Di Natale incontrano Rettore Mediterranea Reggio Calabria

    Diritto allo studio per i giovani calabresi: Presto una Proposta di legge per l’azzeramento delle tasse universitarie, al fine, di agevolare il ritorno degli studenti fuori sede e incentivare gli studenti  a formarsi presso gli atenei calabresi.
    Si é oggi tenuto un incontro istituzionale, presso l’università “Mediterranea” di Reggio Calabria, tra il capogruppo “IRIC” On. Marcello Anastasi,  il collega, già segretario Questore dell’assemblea Regionale, on. Graziano Di Natale ed il rettore del prestigioso ateneo, dott. Zimbone Santo Marcello.

    “Stiamo cercando di realizzare qualcosa di importante per questa terra, e lo stiamo facendo, mettendo in campo energie positive, tramite le giuste sinergie” Lo affermano, in una nota congiunta, i consiglieri regionali eletti nella lista “Io Resto In Calabria” esprimendo moderata soddisfazione, dopo l’incontro odierno, susseguente a quello tenutosi all’Unical, insieme al Rettore, Prof. Leone “Il grande obbiettivo, è quello di garantire a tutti, il diritto allo studio. Siamo felici che anche  l’università di Reggio Calabria sposi in pieno questo pensiero. Vogliamo ricordare -Proseguono i promotori dell’iniziativa- che il consiglio regionale ha già votato all’unanimità favorevolmente la mozione, e che presto auspichiamo diventi una proposta di legge. Gli incontri che stiamo tenendo negli Atenei, sono fortemente voluti, per coinvolgere i diretti interessati e programmare insieme il futuro di questa terra, innalzando l’offerta formativa della Regione Calabria”. In attesa di relazionarsi anche con l’Ateneo Catanzarese, Marcello Anastasi e Graziano Di Natale, concludono, affermando “La Buona politica che cerchiamo di proporre sui territori, ci impone di tutelare i ragazzi. La Calabria ha dei giovani validi e preparati, vogliamo creare i presupposti giusti, affinché vengano formati ed aiutati concretamente”.