• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – La Mediterranea e la Fase 3: attività in presenza degli studenti

    Reggio Calabria – La Mediterranea e la Fase 3: attività in presenza degli studenti

    L’Ateneo reggino riavvia le attività in presenza degli studenti e del personale dipendente, nel pieno rispetto delle linee guida previste dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.
    L’adozione del Protocollo d’Ateneo sicurezza antiCovid – 19 e delle Linee guida d’attuazione rappresentano un passaggio essenziale per le attività in presenza all’insegna della sicurezza. Entrambi forniscono disposizioni precise ed informazioni utili sulle misure di gestione e contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 per tutta la comunità accademica e per quanti, a vario titolo, operano nell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria,
    L’Università invita tutti i soggetti a prenderne visione e rispettarne le disposizioni, e, al tempo stesso, ha attivato un sistema molto ampio di vigilanza affinchè la salute di tutti possa essere tutelata. In questo momento, infatti, solo il rispetto delle regole può essere lo strumento più efficace per garantire le normali condizioni di lavoro e di vita.
    Al fine di dare ampia diffusione alle disposizioni definite, di seguito si riportano i tratti salienti e sintetici delle modalità operative per gli studenti.
    Sul sito http://www.unirc.it/comunicazione/articoli/22935/coronavirus-pagina-informativa è possibile consultare i documenti completi
    Informazioni generali
    – la didattica verrà erogata sia in presenza sia a distanza (modalità mista) mediante piattaforma telematica
    – I Dipartimenti aggiorneranno e pubblicheranno l’elenco degli insegnamenti erogati in modalità mista ed eventualmente solo a distanza.
    – I Dipartimenti possono, nei corsi ad alta numerosità, prevedere l’erogazione didattica a distanza (sincrona e/o asincrona), predisponendo sistemi di turnazione
    – È riattivato a partire dal 16 settembre 2020 lo svolgimento in presenza delle prove d’esame di profitto limitatamente alle tipologie indicate e rese note dai rispettivi Dipartimenti e Corsi di Studio.
    – Sarà sempre garantita la possibilità di svolgere l’esame di profitto interamente a distanza a coloro che per l’emergenza sanitaria non potranno essere presenti in sede (es. soggetti fragili, studenti stranieri impossibilitati a raggiungere l’Italia, ecc.)
    – Riprende l’attività di tutorato in presenza; sarà comunque consentito il tutoraggio a distanza. Il ricevimento studenti è effettuato ordinariamente a distanza, salvo motivate necessità per le quali il docente chiede espressa autorizzazione al Direttore di Dipartimento
    – I servizi di segreteria proseguono prevalentemente a distanza o su prenotazione
    – L’Ateneo raccomanda l’utilizzo dell’App IMMUNI a tutti coloro che intendono accedere agli spazi universitari, per contribuire alla tutela della salute di tutti
    Accesso
    – L’accesso da parte degli studenti alle strutture universitarie è libero, previa l’obbligatoria sottoscrizione dell’apposita autodichiarazione e deve avvenire attraverso gli ingressi individuati e segnalati.
    – All’entrata e all’uscita dei plessi, come all’interno della Cittadella universitaria, deve essere rispettata la distanza interpersonale minima di 1 metro ed evitata ogni forma di assembramento.
    – All’ingresso di ogni plesso è istituito un servizio di presidio anche per la misurazione diretta della temperatura corporea; nel caso in cui la temperatura corporea sia superiore ai 37.5°C non sarà consentito l’accesso. Lo stesso presidio provvederà a controllare e registrare, mediante autocertificazione, gli ingressi di persone non appartenenti alla Comunità accademica.
    – La presenza degli studenti sarà tracciata mediante badge elettronico (i dati acquisiti sulla presenza in sede di studenti verranno utilizzati esclusivamente in caso di necessità)
    Lezioni
    Per garantire la sicurezza:
    – Il Docente registrerà le presenze assicurando la corrispondenza fra le prenotazioni ricevute e la reale presenza degli studenti;
    – Le aule saranno riservate a ciascun anno di corso. In ogni aula sono indicati i posti che possono essere occupati e quelli da lasciare liberi.
    – Nelle aule con posizionamento libero delle sedute le postazioni saranno collocate alla distanza minima di 1 metro tra i centri delle sedute adiacenti.
    – Tutti i presenti in aula, eccezion fatta per il docente, dovranno indossare la mascherina. Il docente, durante la lezione, dovrà mantenersi ad una distanza di almeno 2 m dagli studenti. Nel caso ciò non fosse possibile, anche il docente dovrà indossare la mascherina.
    – Ogni lezione sarà suddivisa in frazioni di 60 minuti comprensive di 10 minuti di pausa per garantire la ventilazione dei locali. Tra lezioni di docenti diversi è prevista la pausa di 15 minuti per consentire l’igienizzazione della postazione del docente subentrante.
    – In fase d’ingresso in aula:
    • gli studenti devono mantenere un distanziamento interpersonale minimo di 1 metro e occupare progressivamente i posti contrassegnati;
    • gli studenti devono provvedere all’igienizzazione delle mani;
    – L’utilizzazione dei servizi igienici durante lo svolgimento della prova di esame o della lezione è consentita ad una persona alla volta, che dovrà aver cura di igienizzare le mani all’uscita dall’aula e prima del rientro.
    – Le aule e gli spazi universitari aperti agli studenti sono oggetto d’interventi di sanificazione quotidiani.
    Biblioteche
    Le sedi del sistema bibliotecario di Ateneo possono distribuire testi garantendo l’ingresso in biblioteca degli studenti secondo i limiti di capienza massima della stessa e nel rispetto di tutte le previsioni del Protocollo d’Ateneo sulla sicurezza antiCovid-19.
    Il Protocollo di sicurezza di Ateneo e le Linee Guida anticovid sono consultabili, con aggiornamento in tempo reale, al seguente link:
    http://www.unirc.it/comunicazione/articoli/22935/coronavirus-pagina-informativa
    Il Direttore Generale
    Prof. Ottavio Amaro