• Home / CITTA / Reggio Calabria / Emergenza rifiuti, Rulli: “Mancata comunicazione tra Comune e Regione. Ripristinare il buon funzionamento di un servizio essenziale”

    Emergenza rifiuti, Rulli: “Mancata comunicazione tra Comune e Regione. Ripristinare il buon funzionamento di un servizio essenziale”

    “Da quasi sei anni, abbiamo sopportato attacchi tra Regione e Comune, stesso schieramento politico, subendo le inadempienze causate da queste divergenze amministrative e scarica barile. Oggi, Reggio Calabria è stanca di dover convivere con cumuli di spazzatura sparsi per le strade, nei quartieri, all’interno dei cimiteri, davanti alle scuole e nelle strutture sanitarie. Bisogna trovare immediatamente una soluzione definitiva all’annoso problema dei rifiuti diventato oramai, un’emergenza e una bomba igienico-sanitaria per la nostra città”.
    Ad affermarlo è il candidato con Minicuci sindaco, Guido Rulli, indignato di fronte all’ennesimo silenzio su una problematica che sta pesando, in termini di costi e di efficienza, al centro della città e, soprattutto, in periferia.
    “Non è più tempo di giochi e false promesse: la gente esige risposte certe su questo punto fondamentale per il buon funzionamento di un servizio essenziale. E’ indispensabile che l’Amministrazione comunale di Reggio e il Governo regionale comunichino tra di loro, lavorino in piena sinergia per il bene delle comunità – continua Rulli – Solo con un’amministrazione di centro destra si potrà tornare ad una normalità quotidiana, a seppellire protagonismi che hanno e stanno caratterizzando l’amministrazione reggina ma soprattutto, a garantire i servizi ai nostri cittadini. Suscita particolare sgomento l’assoluta indifferenza per la situazione dei cimiteri sommersi di spazzatura. Sarà necessario quindi, lavorare su due livelli: affrontare con determinazione l’emergenza per ripulire la città e programmare interventi in termini di impiantistica e sistema innovativo per risolvere in via definitiva il dramma rifiuti. Questo è l’impegno che ci sentiamo di assumere nei confronti dei cittadini quando il 22 Settembre, migliaia di schede con la crocetta apposta su nome di Minicuci, i reggini determineranno la fine di questa improvvida amministrazione Falcomatà “.