• Home / CITTA / Reggio Calabria / Conclusa con successo la 52° edizione dei Premi Inedito 2020 del ‘Rhegium Julii’

    Conclusa con successo la 52° edizione dei Premi Inedito 2020 del ‘Rhegium Julii’

    Grande successo e partecipazione di pubblico alla cerimonia di consegna dei premi Inedito 2020 promossa dal Circolo Culturale ‘Rhegium Julii’.

    Né il Covid, né il maltempo hanno infatti fermato l’organizzazione dell’atteso evento.

    Fra i momenti più attesi la consegna dei premi ai vincitori della storica manifestazione. Numerose le candidature arrivare da tutta Italia per concorrere all’ambito premio letterario diviso in tre categorie di assegnazione: poesia, silloge e racconto.

    Rosario Aveni di Venetico (Messina), Oreste Kessel Pace di Palmi (Reggio Calabria), Giulia Malinverno Ricceri di Follonica (Grosseto) sono i vincitori della edizione 2020 che l’Associazione reggina dedica rispettivamente ad Ernesto Puzzanghera, Gilda Trisolini ed Emilio Argiroffi.

    Questi i risultati comunicati dalle due Commissioni giudicatrici presiedute da Pino Bova, Presidente dell’omonimo Circolo e composte da Benedetta Borrata, Maria Florinda Minniti, Daniela Pericone ed Elio Stellitano (per la poesia e la silloge) e da Franco Cernuto con Maria Rosa Falduto, Teresa Scordino, Rosaria Surace e Ilda Tripodi (per il racconto).

    La consegna dei premi è avvenuta, in una cornice di pubblico davvero notevole, presso il Circolo del tennis “Rocco Polimeni”, alla presenza del Sindaco della Città metropolitana di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, dei presidenti o rappresentanti delle Associazioni che hanno collaborato alla stagione estiva del Rhegium: Igino Postorino del circolo del tennis ospitante, Alfredo Vadalà del Rotary Club Reggio Calabria, Gabriele Quattrone del Lions Club Magna Grecia, Tonino Raffa del Panathlon Reggio Calabria. Erano presenti, inoltre, l’assessore alla cultura della Città metropolitana Filippo Quartuccio, l’ex assessore alla cultura di Taurianova Luigi Mamone, Celestina Catanoso per l’Accademia del tempo libero e il presidente dell’Associazione Orchestra di fiati di Delianuova Franco Palumbo.

    La serata, avviata con la proiezione del corto ‘Semi di poesia nei luoghi della parola’ prodotto da Orsola Toscano e Ilda Tripodi, è stata condotta con sobrietà da quest’ultima. Negl’interventi di saluto Igino Postorino e Pino Bova hanno sottolineato il valore della collaborazione tra le associazioni e l’importanza della passione civile e dell’impegno per il bene comune del nostro territorio. Il sindaco Falcomatà ha inteso valorizzare il lavoro delle associazioni storiche ed ha ribadito che, per la prima volta, l’Amministrazione si è fatta carico di salvaguardare le loro attività storicizzando gli eventi.

    Subito dopo la consegna dei premi.

    Per la sezione poesia inedita, segnalati con merito: Vittorio di Ruocco (Pontecagnano), Vincenzo Filardo (Reggio Calabria), Mimma Licastro (Reggio Calabria), Palumbo Maria Carmela (Reggio Calabria e Michele Pochiero (Polistena). Terza classificata Caterina Silipo di Reggio Calabria, secondo classificato Alessandro Lanucara di Reggio Calabria, primo classificato, premio “Ernesto Puzzanghera”, Rosario Aveni di Venetico per la poesia “Accade”.

    Per la sezione silloge, segnalati con merito: Bruno Giovannelli (Reggio Calabria), Francesco Mazzitelli (Policoro) Gregorio Viglialoro (Cosenza). Terzo classificato Maurizio Maisano di Reggio Calabria per la silloge “Controluce”, seconda classificata Lucia Lo Bianco di Palermo per la silloge “Sono una barca”, primo classificato, premio Gilda Trisolini 2020, Oreste Kessel Pace di Palmi per la silloge “Poetica”. Al vincitore di questa sezione è stata pubblicata l’intera silloge a cura della Fondazione Mediterranea presieduta da Enzo Vitale.

    Per la sezione racconto, segnalati con merito: Francesco Ravenda (Reggio Calabria), Stanislao Liberatore (Chieti), Antonino Greco (Milano), Pina De Felice (Reggio Calabria), Patrizia Alessio (Taurianova). Terza classificata Lucia Lo Bianco di Palermo per il racconto “Incombe lenta l’alba”, secondo classificato Angelo Vazzana di Reggio Calabria per il racconto “Le barchette di San Pietro e la pallida Janthina con la pomice eolica”, prima classificata, premio Emilio Argiroffi, a Giulia Malinverno Ricceri di Follonica (GR) per il racconto “Mi hanno rubato le parole”.

    Un riconoscimento speciale è stato consegnato fuori concorso alla giovane scrittrice Eleonora Spezzano, autrice del libro Hans Mayer e la bambina ebrea, editore Bonfirraro, con la motivazione: Per il talento naturale e la innata educazione alla cultura che le hanno consentito in giovanissima età di proiettarsi con successo nel mondo della letteratura suscitando incredibili emozioni.

    Eleonora, studentessa oggi quindicenne del Liceo Classico di Reggio Calabria ha sorpreso tutti per il talento naturale che le ha consentito di approfondire temi cruciali della nostra storia più recente. Il premio – per il presidente Bova – è un gesto d’incoraggiamento perché possa proseguire il suo percorso di brava scrittrice con lo studio, la perseveranza e l’umiltà che devono accompagnare sempre ogni gesto straordinario.

    Le opere vincitrici sono state interpretate dal giovane Ivan Carnevale della compagnia teatrale ‘Scena Nuda’ diretta da Teresa Timpano.

    La cerimonia di consegna dei premi si è conclusa con un apprezzato concerto del pianista Sergio Puzzanghera che ha eseguito musiche di Piazzolla, A.C. Jobim, E. Nazareth Brejeiero, F.Chopin, S. Puzzanghera.