• Home / CALABRIA / Tornano in riva allo Stretto “I Tesori del Mediterraneo”

    Tornano in riva allo Stretto “I Tesori del Mediterraneo”

     

    Saranno ancora una volta l’evento clou dell’estate reggina. Dal 2 al 6 settembre, infatti, torneranno in riva allo Stretto “I Tesori del Mediterraneo”, la cui presentazione ufficiale alla stampa e alla cittadinanza avverrà mercoledì 2 settembre alle 11 al Palazzo della Provincia. In quell’occasione il presidente dell’associazione “Nuovi Orizzonti”, Natalia Spanò e l’organizzatore Paolo Catalano, illustreranno nel dettaglio il programma dell’evento.

    L’emergenza Covid-19 ha solo spostato in avanti di qualche settimana il via della manifestazione promossa dall’associazione “Nuovi Orizzonti”, rispetto a quanto avveniva negli anni scorsi, ma non ha scalfito di certo l’entusiasmo e la creatività degli organizzatori che per festeggiare i primi 15 anni di un evento ormai apprezzato in tutta Italia, hanno pensato di fare le cose in grande.

    Sport, cultura, turismo, spettacolo, enogastronomia, promozione del territorio e sociale, sono gli ingredienti che anche quest’anno caratterizzeranno “I Tesori del Mediterraneo” che aprirà i suoi battenti il 2 settembre e fino al 6 settembre animerà il Lungomare Falcomatà.

    La squadra organizzativa de “I Tesori del Mediterraneo” in questi giorni ha limato gli ultimi dettagli del programma definitivo e tra novità e conferme, le prime anticipazioni riguardano il Premio letterario “APOLLO”, gradita e apprezzatissima novità dello scorso anno, che per l’edizione 2020 vedrà coinvolte ben 9 case editrici, per un evento che punterà alla valorizzazione di opere inedite. Altra novità riguarda il sociale: come ogni anno “Nuovi Orizzonti” sceglie di gemellarsi con un’associazione del territorio impegnata nel sociale e quest’anno il partner dell’evento sarà l’Unicef, che per l’occasione realizzerà una pigotta, la classica bambola simbolo dell’Unicef, in edizione limitata proprio per “I Tesori del Mediterraneo”.

    Anche in questa strana e singolare edizione, seppur tra mille difficoltà, gli organizzatori hanno lavorato al meglio per riempire i forzieri che rappresentano “I Tesori del Mediterraneo”:Il Salotto televisivo”, dove interverranno ospiti d’eccezione che si confronteranno su vari argomenti riguardanti lo sviluppo dell’area del Mediterraneo dal punto di vista culturale, commerciale, economico e politico; “La Regata del Mediterraneo”, vero cuore pulsante di tutto l’evento che vedrà affrontarsi, nello specchio d’acqua dello Stretto, gli equipaggi di canottaggio provenienti da tutta l’Italia; “La Cittadella del Mediterraneo” dove saranno ospitati numerosi stand espositivi e promozionali; lo spettacolo “Salite a bordo” che aprirà la parte serale della manifestazione e darà il benvenuto a tutti i partecipanti; lo spettacolo “I giochi delle Dee”; il galà finale “L’Olimpo degli dei” nel corso del quale verranno consegnati i premi della Regata; i premi “Zeus” e “Afrodite”, assegnati ogni anno ad un personaggio maschile o ad un personaggio femminile, che si sono particolarmente distinti in ambito sociale, culturale e professionale.

    “In questi 15 lunghi e bellissimi anni di attività – afferma Natalia Spanò, presidente dell’associazione “Nuovi Orizzonti” – non ci siamo mai arresi alle difficoltà che un imponente evento del genere comporta. Quest’anno men che meno, anzitutto perché non volevamo mancare alla celebrazione del quindicennale della nostra manifestazione, ma soprattutto perché fare quest’anno “I Tesori del Mediterraneo” assume per noi, ma ancora di più per la città di Reggio Calabria, lo stimolo giusto per ripartire meglio di prima, dopo la surreale ed inaspettata esperienza del lockdown dovuto al Covid-19 che ognuno di noi ha vissuto. Chiaramente l’impegno da parte nostra sarà massimo per garantire la fruizione dell’evento nella massima sicurezza, secondo quelle che sono le disposizioni sanitarie vigenti, ma chiediamo anche a tutta la cittadinanza che parteciperà di attenersi alle norme per poter godere tutti di uno spettacolo che, garantiamo, sarà quest’anno più che mai, unico nel suo genere”.