• Home / CALABRIA / Reggio Calabria – L’uno settembre convocato il Comitato di igiene e sicurezza per il porto di Gioia Tauro
    Il porto di Gioia Tauro perde pezzi, spera nella Zes, ma il MIT è attento

    Reggio Calabria – L’uno settembre convocato il Comitato di igiene e sicurezza per il porto di Gioia Tauro

    Il prossimo 1 settembre l’Autorità portuale di Gioia Tauro ha convocato il Comitato di igiene e sicurezza per il porto di Gioia Tauro.

    Dopo aver avviato la procedura amministrativa per verificare se all’interno dell’area portuale, in concessione al Terminalista, siano state rispettate le norme in materia di sicurezza, a seguito della tragica scomparsa di Domenico Zito, l’Ente, guidato da Andrea Agostinelli, si è altresì posto l’obiettivo di avviare un confronto tecnico per acquisire ogni possibile proposta, al fine di garantire l’adozione di eventuali ulteriori misure di sicurezza all’interno del porto.
    Al tavolo prenderanno parte i rappresentanti delle Organizzazioni sindacali, le aziende operanti in porto ai sensi degli artt. 18 e 16 della Legge 84/94 e i rappresentanti dello Spisal (Servizio per la prevenzione igiene e sicurezza negli ambienti di lavoro), chiamati ognuno a dare uno specifico contributo in base alle proprie competenze in materia.
    Nel contempo, in occasione del prossimo Comitato portuale, l’Autorità portuale inserirà tra i punti all’ordine del giorno la specifica trattazione delle disposizioni inerenti la sicurezza in porto, per come anche richiesto da diversi amministratori locali.