• Home / CITTA / Reggio Calabria / “Arte in Ospedale”: manifestazione d’interesse per donazioni di opere d’arte per esposizione permanente nell’ambito del Progetto EPOCAL

    “Arte in Ospedale”: manifestazione d’interesse per donazioni di opere d’arte per esposizione permanente nell’ambito del Progetto EPOCAL

    Il Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi – Melacrino – Morelli” di Reggio Calabria ha recentemente collaudato nuovi reparti presso il Presidio Ospedaliero “Morelli”.

    Tali ambienti sono stati destinati alla cura dei pazienti affetti da patologie emato-oncologiche e sono caratterizzati da corridoi e spazi comuni ampi e luminosi.

    Considerata la naturale predisposizione dei luoghi e l’alta affluenza di pazienti, familiari ed accompagnatori (nell’anno 2019 gli accessi da Pronto Soccorso sono stati pari a 72.634, più di qualsiasi galleria d’arte!), la Direzione Strategica ha inteso avviare un progetto culturale espositivo denominato “Arte in Ospedale” ovvero una politica di donazioni di artisti contemporanei che, nel tempo, andranno a vestire le pareti dei corridoi e degli ambienti comuni, inizialmente, del Presidio Ospedaliero “Morelli” e, se le donazioni saranno in numero sufficiente, del Presidio Ospedaliero “Riuniti”.

    L’idea del progetto è innovativa poiché offre, ad isorisorse economiche per il Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria, l’installazione di opere d’arte negli spazi comuni dei presidi, migliorando l’immagine estetica degli spazi, valorizzando la cultura in ospedale, incrementando il patrimonio aziendale. Si fonda interamente sulla donazione di opere d’arte che gli artisti, sensibili al tema dell’accoglienza nella sanità, decideranno di donare.

    Le opere d’arte che saranno donate e che troveranno collocazione negli spazi del Presidio Ospedaliero “Morelli” del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria saranno vagliate da un professionista del settore seguendo un preciso progetto curatoriale che privilegerà la potenza comunicativa e la qualità del messaggio insito nell’opera stessa. Esse rappresenteranno un lavoro in itinere che ha l’ambizione di raccogliere, in una collezione aperta e fruibile, che si configurerà come la Collezione permanente del G.O.M. di Reggio Calabria, lo spirito del linguaggio pittorico contemporaneo secondo le sue forme più innovative, i temi portanti e rappresentativi delle istanze artistiche e culturali del nostro Paese.

    Il progetto è, altresì, finalizzato all’umanizzazione degli ambienti ospedalieri ed al miglioramento della qualità della vita dei degenti nonché dei loro visitatori.

    Molti filosofi, tra ‘800 e ‘900, hanno fatto riferimento all’arte come luogo della conoscenza, espressione delle forze vitali dell’uomo, la cui funzione liberatrice e catartica si muove contestualmente alla sua carica creativa ed estetica ove il culto della bellezza va ad identificarsi con la libera esplicazione della volontà di vivere.

    Numerosi studi di psicologia e sociologia hanno da tempo identificato una chiara connessione tra arte, cultura e salute mentale. La comunità medica è oggi concorde nel considerare l’arte “terapeutica”, tanto da essere utilizzata in molte realtà ospedaliere, soprattutto nel Nord Europa, a supporto del percorso di cura tradizionale. A ciò si aggiungano le capacità distensive e la potenzialità di fornire nuovi motivazioni sociali all’esercizio dell’esistenza, che sono proprie dell’arte.

    Le proposte di donazioni possono essere inviate al G.O.M. utilizzando il modello allegato. Le opere possono essere consegnate, o spedite (eventualmente anche con spese a carico del G.O.M.), presso la Direzione Medica del presidio ospedaliero “Morelli”, Viale Europa, 89133, Reggio Calabria.

    Per informazioni è possibile contattare il dott. Simeone Carullo al n. 0965/3977002-05 o alla mail dedicata donazioni.operearte@ospedalerc.it