• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – Il prossimo incontro promosso dal Cis della Calabria

    Reggio Calabria – Il prossimo incontro promosso dal Cis della Calabria

    Venerdì 31 luglio 2020, alle ore 18:00, nel giardino della Villetta “De Nava” di Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, con il patrocinio della Città di Reggio Calabria, nell’ambito dell’”Estate reggina 2020”promuove l’incontro “A 50 anni dalla scomparsa di Giuseppe Ungaretti: l’ultimo poeta antropocentrico dell’occidente”.

    Dopo i saluti delle istituzioni, converserà con il pubblico presente il prof. Giovanni De Girolamo, docente a Firenze e critico letterario. Lettura di brani scelti a cura delle poetesse Loreley Rosita Borruto e Clelia Montella.Il 1° giugno 1970 moriva Giuseppe Ungaretti, una delle voci più significative della poesia italiana del Novecento. Il poeta con i suoi versi si è impegnato a creare un linguaggio poetico nuovo, scavandone e dilatandone i significati più intimi.Giuseppe Ungaretti nacque ad Alessandria d’Egitto nel 1888 da genitori lucchesi. Nel 1912 a Parigi ebbe modo di conoscere Picasso, Apollinaire e Marinetti, fondatore del Futurismo. Nel 1914, scoppiata la Prima guerra mondiale, rientrò in Italia e si arruolò volontario.Dal 1936 al 1942 Ungaretti visse in Brasile dove, presso l’università di San Paolo insegnò letteratura italiana. Nel 1943-44 la tragica occupazione nazista di Roma gli ispirò versi del nuovo libro Il dolore (1947). Nell’immediato dopoguerra, a causa dei suoi trascorsi fascisti, fu fortemente criticato da alcuni intellettuali. Candidato al premio Nobel lo sfiorò per ben due volte. “La terra promessa” (1950), “Un grido e paesaggi” (1952), “Il taccuino del vecchio” (1960) sono le sue ultime raccolte poetiche. Nel 1969 fu stampata la definitiva edizione di “Vita d’un uomo”, che raccoglieva tutte le sue poesie.L’ingresso del pubblico è contingentato alla disponibilità dei posti a sedere. Tutti devono essere provvisti di mascherina e mantenere una distanza minima interpersonale di un metro e mezzo.