• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – “E (ri)usciron a rivedere le stelle”, il nuovo spettacolo dell’attore Antonio Tallura

    Reggio Calabria – “E (ri)usciron a rivedere le stelle”, il nuovo spettacolo dell’attore Antonio Tallura

    di Grazia Candido – Un interessante viaggio tra scienza e letteratura e “se tutto è mutato, l’unica cosa che è rimasta quasi immune è il cielo notturno”.

    “E (ri)usciron a rivedere le stelle” è il nuovo spettacolo teatrale dell’attore locrese Antonio Tallura, volto noto del grande schermo, la cui carriera annovera anche prestigiose collaborazioni con i maggiori registi, da Patroni Griffi a Zeffirelli, da Calenda a Sepe, a Lavia e tanti altri.
    Calabrese doc, Tallura ha trascorso la sua adolescenza tra le bellezze della Locride, terra ricca di storia e meraviglie e appena riesce a svincolarsi dagli impegni lavorativi, torna sempre volentieri dove è nato perchè “anche se il tempo scorre, è impossibile dimenticare i panorami stupendi, la bellezza dei borghi, gli affetti familiari, il cibo, il nostro mare. Da qui, l’idea di creare un connubio di letteratura ed astrofisica – spiega l’attore Tallura – Durante questa pandemia, ho pensato alle tante cose che ci circondano e, spesso, non ci facciamo caso perchè sono lì da sempre. Pensieri ed osservazioni hanno avuto un peso anche creativo e allora, dopo il successo dello spettacolo “Tommaso Campanella”, molto apprezzato dal pubblico e dalla critica, ho immaginato, visto le normative vigenti e il distanziamento sociale per il Covid-19, uno spettacolo libero. Il pubblico non necessariamente deve essere seduto davanti o fronte palco ma sarà libero di muoversi: la narrazione oltre ad ascoltare, servirà anche a vedere”.
    In questo originale spettacolo, l’attore Talura sarà accompagnato dall’astrofisico Marco Romeo ed insieme daranno vita a testi scelti ed elaborati dallo scrittore e storico Mario Nirta.
    “Sarà una serata di pura magia e poesia sotto il cielo stellato rimasto sempre uguale – continua il protagonista Tallura – I poeti hanno tratto ispirazione dalle stelle, dalla luna, dal mare e mentre l’astrofisico parlerà delle costellazioni, di miti e leggende, io darò voce ai grandi poeti da Omero ad Alda Merini sino a Giacomo Leopardi e Federico García Lorca che dagli astri hanno tratto ispirazione. Ad impreziosire il tutto, la musica della clarinettista Barbara Franco. Il nostro viaggio inizierà il 10 Agosto nel luogo magico per antonomasia del teatro Greco Romano di Portigliola a Locri per proseguire a Sant’Agata del Bianco e al Castello di Ardore superiore il 16 Agosto”.
    Insomma, un appuntamento da non perdere e che, ancora una volta, metterà in risalto un talento calabrese che è riuscito in questi anni, a mostrare al mondo la vera bellezza del Sud e i suoi preziosi uomini.

    Antonio Tallura - attore