• Home / Primo piano / Festa tifosi Reggina, Falcomatà: ‘Non doveva andare così, fiducia tradita’

    Festa tifosi Reggina, Falcomatà: ‘Non doveva andare così, fiducia tradita’

    Commercianti in rivolta. A Reggio Calabria sta facendo notizia il malumore di quanti hanno pubblici esercizi e hanno constatato la mancanza di regole del distanziamento sociale nella festa dei tifosi della Reggina.

    Ristoratori ed esercenti fanno sapere di non avere nulla contro una tifoseria di cui, in molti casi, ne fanno anche parte. Sono le regole da rispettare e le sanzioni subite a generare malumore a fronte di quanto accaduto venerdì sera all’Arena dello Stretto. A rispondere sulla questione è stato il Sindaco Falcomatà, nell’ambito di una diretta Facebook.

    Quanto accaduto, però, non era stato previsto. “Non doveva andare così. Non erano queste – evidenzia il Sindaco –  le condizioni di partenza. Quando il Questore ha chiamato per informarmi che c’era stato un incontro con la tifoseria organizzata, mi ha fatto sapere che i festeggiamenti non avrebbero previsto assembramenti. Non ci è stato comunicato che sarebbe degenerato in questo modo”.

    Il Sindaco Falcomatà tiene a puntualizzare alcuni punti legati al ruolo del Comune in relazione a normative. “Rispetto al controllo delle misure anti-Covid  – spiega – i comuni non hanno nessun compito e nessun potere. I Sindaci hanno solo l’obbligo di fare informazione. Ieri non dovevano essere queste le condizioni iniziali, purtroppo le interlocuzioni che i vertici della Questura e della Prefettura hanno avuto con la tifoseria organizzata non sono state rispettate”.

    “Bisogna – ha proseguito – essere comprensivi da un altro e responsabili dall’altro. Non ci dobbiamo dimenticare tutti i sacrifici della fase 1. Se è vero che sono tantissime settimane che abbiamo 0 casi quotidiani o al massimo 1, è vero anche se se non si trova un vaccino il virus è tutt’altro che debellato. O ci mettiamo in testa che questo tipo di situazioni vanno evitate o saremmo costretti a farle evitare noi. Si è data  fiducia ed è stata tradita. Ma non è stata tradita soltanto nei confronti delle istituzioni. Le immagini di ieri sera sono poco edificanti. Capisco che il vento non si può fermare con le mani, ma diamoci una regolata”.