• Home / CALABRIA / Avviati i lavori per la messa in sicurezza ed il ripristino del tratto costiero danneggiato a Favazzina

    Avviati i lavori per la messa in sicurezza ed il ripristino del tratto costiero danneggiato a Favazzina

    Sono stati avviati nei giorni scorsi a Favazzina, borgo balneare nel Comune di Scilla, i lavori di messa in sicurezza e ripristino del tratto costiero interessato lo scorso inverno da una potente mareggiata che aveva pesantemente danneggiato il litorale, da sempre considerato uno dei tratti di mare preferiti dai reggini, oltre che dal turismo balneare estivo. I lavori, eseguiti dal Comune di Scilla, sono resi possibili dal finanziamento destinato dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria per complessivi 100 mila euro.

     

    A darne notizia in un comunicato il consigliere delegato all’Ambiente della Città Metropolitana Antonino Nocera che ha ringraziato tutti i soggetti impegnati nella virtuosa sinergia attivata nei mesi scorsi per il ripristino del tratto costiero danneggiato.

     

    La somma di 100 mila euro era stata stanziata dalla Città Metropolitana pochi mesi fa, in piena emergenza covid, in sede di approvazione del documento di bilancio previsionale 2020. L’approvazione del finanziamento era giunta al termine di una fitta interlocuzione avviata dall’Ente Metropolitano con il Comitato di Favazzina, che aveva segnalato le difficoltà riscontrate a seguito della mareggiata.

     

    Massima soddisfazione è stata espressa dal Consigliere delegato all’ambiente Antonino Nocera che, nel ringraziare il sindaco Falcomatà e gli altri amministratori impegnati nella vicenda, anche nella persona dell’Architetto Mezzatesta, dirigente del Settore Difesa del Suolo della Città Metropolitana,

    ha messo in evidenza “la proficua sinergia attivata da tutti gli attori istituzionali per un obiettivo importante che era appunto quello di salvare il tratto costiero di Favazzina, uno dei più suggestivi e rinomati del territorio dell’intera Città Metropolitana”.

     

    “Una risposta concreta – ha chiosato Nocera – ai bisogni segnalati dai cittadini, soprattutto in un settore nevralgico come quello della protezione costiera, nell’ottica della valorizzazione del nostro territorio, anche sotto il profilo turistico”.