• Home / CITTA / Reggio Calabria / Primo maggio, Cgil Reggio Calabria-Locri: “Futuro Italia non può prescindere dal lavoro, vogliamo ripartenza che metta al primo posto salute e sicurezza”

    Primo maggio, Cgil Reggio Calabria-Locri: “Futuro Italia non può prescindere dal lavoro, vogliamo ripartenza che metta al primo posto salute e sicurezza”

    “Sarà un Primo Maggio diverso, per la prima volta dai tempi del fascismo, niente cortei e bandiere, ma questo non toglie nulla al valore di una giornata simbolo per il paese, per quello che questa data rappresenta e che assume oggi un significato ancora più forte.

    Il primo maggio è la festa del Lavoro, dei suoi diritti.

    Il lavoro dei medici, degli infermieri, del personale sanitario e ausiliario delle imprese di pulizia e sanificazione, del personale dei supermercati e dei mercati o rivendite alimentari, dei ricercatori, di chi lavora nel mondo dei trasporti e dell’agricoltura, degli insegnanti, delle forze dell’ordine, donne e uomini del lavoro, che non si sono mai fermati nell’emergenza per garantire a tutti noi i servizi essenziali.

    Mettendo a rischio la propria salute, sacrificando anche gli affetti più cari, dando anche la vita per salvarne delle altre.

    C’è anche chi ha perso il lavoro, e chi teme di non ritrovarlo più.
    C’è chi non ha certezza del salario nemmeno per la sopravvivenza.
    Questo lavoro va protetto e difeso.

    Il futuro del nostro paese non può prescindere dal lavoro, dalla qualità e dalla sicurezza, nella sua stabilità contro ogni forma di precariato.

    Ed è per questo che vogliamo una ripartenza che metta al primo posto la salute e la sicurezza, con il massimo rigore e la massima cautela, rispettando fino in fondo i protocolli che abbiamo sottoscritto a livello nazionale.

    #Il lavoro in sicurezza costruisce il futuro.

    #Nessuno si salva da solo, ci si salva tutti insieme e lavorando collettivamente le cose si risolveranno.
    Siamo una Repubblica democratica fondata sul lavoro ed il lavoro, la sua sicurezza, la dignità del singolo e delle comunità in cui opera, la qualità della vita devono essere elementi fondanti delle fasi di ripresa.

    Il lavoro è la leva fondamentale per restituire una prospettiva credibile al futuro.

    Ci aspetta un periodo di nuove lotte e di nuove battaglie.
    Evviva il Primo Maggio festa di tutte le lavoratrici e i lavoratori!”.

    E’ quanto si legge in una nota stampa della Segreteria CGIL Reggio Calabria – Locri