• Home / In evidenza / Petralia da Reggio Calabria a capo del Dap, Falcomatà: ‘Uomo giusto al posto giusto’

    Petralia da Reggio Calabria a capo del Dap, Falcomatà: ‘Uomo giusto al posto giusto’

    «L’uomo giusto al posto giusto. Il ministro della Giustizia non avrebbe potuto fare una scelta migliore». Così, il sindaco Giuseppe Falcomatà, augura buon lavoro al dott. Bernardo Petralia, nominato a capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, ringraziandolo per «il grande lavoro svolto in città nella qualità di Procuratore generale della Repubblica».

    «Tutti noi abbiamo imparato ad apprezzare il valore umano e professionale del dott. Petralia», ha affermato il sindaco aggiungendo: «Un uomo dall’altissima levatura etica e morale, profondo sostenitore dei più alti valori dello Stato ed un magistrato che, a viso aperto, ha sempre combattuto la criminalità organizzata, contribuendo a rendere un grandissimo servizio a Reggio Calabria ed all’intero Paese nella lotta e nel contrasto alle più pericolose organizzazioni mafiose».

    «L’incarico che andrà a rivestire – ha continuato – arriva nel momento più complicato della storia repubblicana, nel bel mezzo della sofferenza di tutti i comparti che costituiscono l’ossatura democratica dell’Italia. A questi non si sottrare di certo il sistema carcerario, come mai messo a dura prova dall’emergenza sanitaria in atto. Sarà un compito difficilissimo, ma non abbiamo alcun dubbio sull’alta preparazione del dott. Petralia che, di fronte alle sfide più ardue, trova linfa e forza per rendere al meglio».

    «Sono davvero lieto – ha concluso il sindaco Giuseppe Falcomatà – che il Guardasigilli Alfonso Buonafede labbia scelto per un compito tanto strategico. Sono certo che il dott. Petralia affronterà questa responsabilità con l’impegno, la competenza e la determinazione che contraddistinguono il suo agire. Al nuovo capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria vanno, dunque, le congratulazioni mie e dell’intera comunità reggina, con gli auguri più sinceri di buon lavoro, ringraziandolo per quanto fin qui fatto a Reggio Calabria, una città che sarà anche la sua per sempre».