• Home / CALABRIA / ‘Passaporto degli innamorati’ – Appello di un papà ai Governatori di Calabria e Sicilia
    lettera

    ‘Passaporto degli innamorati’ – Appello di un papà ai Governatori di Calabria e Sicilia

    Roceviamo e pubblichiamo – Appello di un papà ai Governatori di Calabria e Sicilia

     Ill.mi Signori Presidenti,

    sono un padre separato in affido condiviso, residente a Reggio Calabria e impossibilitato da due mesi – a causa delle misure restrittive legate all’emergenza Covid-19, che vietano gli spostamenti tra Regioni diverse – a vedere le mie due figlie minori (rispettivamente di 17 e 16 anni) che vivono a Catania con la madre.

    L’idea di scriverVi è stata ispirata dalla recente proposta che il Sindaco di Messina ha formulato all’On. Santelli in ordine all’istituzione del “passaporto degli innamorati”; uno strumento pensato per consentire alle coppie residenti nelle due sponde di ricongiungersi.

    Ebbene, io non so se ricorrano le condizioni per derogare all’ultimo DPCM e quindi introdurre la fattispecie ‘amore’ tra quelle che consentono la mobilità tra le due Regioni ma – qualora ciò fosse possibile -tengo a rappresentare che nella definizione sopra citata vi rientra a pieno titolo l’amore di un padre costretto alla privazione di far visita alle proprie figlie, già provate da questa distanza in condizioni di normalità (anche per la delicata fase adolescenziale che stanno attraversando) ed ora tanto più in considerazione del divieto che ci impedisce di ricongiungerci nei fine settimana, come eravamo soliti fare.

    Nell’evidenziare che i miei spostamenti avverrebbero in tutta sicurezza (monterei in auto nel garage di casa e vi scenderei solo una volta arrivato a destino), faccio appello alla Vostra sensibilità affinché possiate rilasciarmi il “passaporto del papà innamorato” o altro pass utile a consentirmi di riabbracciare al più presto le mie figlie.

    Grato per l’attenzione che vorrete riservare a questo mio appello, Vi saluto con molta cordialità.

    Rocco Carbone