• Home / CITTA / Reggio Calabria / L’Associazione Italiana Persone Down sezione Reggio Calabria non si ferma

    L’Associazione Italiana Persone Down sezione Reggio Calabria non si ferma

    L’Associazione Italiana Persone Down – AIPD Reggio Calabria Onlus non si ferma e rimane a lavoro per garantire il sostegno alle persone con sindrome di Down e ai loro familiari, sfruttando tutte le modalità possibili, consentite in questo periodo così particolare. Per questo motivo è stato attivato un servizio di supporto psicologico telematico coordinato dalla psicologa Alessandra Stelitano.

    In questi mesi di quarantena obbligatoria, si è rilevato fondamentale il sostegno genitoriale per far fronte al repentino cambiamento delle abitudini quotidiane, che sembra aver inciso soprattutto sulle persone con disabilità. I genitori infatti, quali figure primarie di riferimento, favoriscono al figlio la possibilità di strutturare la propria identità e autonomia. Per questo motivo è necessario sostenerli affinché siano capaci di fronteggiare le difficoltà e compiano scelte coraggiose di progressivo distacco.
    Oltre questo nuovo servizio, rimane più attiva che mai l’attività primaria di AIPD Reggio Calabria: l’educazione all’autonomia.
    I normali incontri in presenza sono stati sostituiti da video chiamate Skype, coordinate dall’operatrice Serena Pensabene, durante le quali vengono trattati i temi cari ad AIPD: l’autonomia, in particolare quella personale, le emozioni, il lavoro. Durante gli incontri via Skype i ragazzi sono coinvolti anche in attività ricreative, dal karaoke ai giochi a quiz, alla preparazione di ricette via webcam, anche grazie al prezioso contributo delle mamme AIPD che si sono organizzate e messe a disposizione per suggerire ai ragazzi nuove ricette da fare insieme.
    La monotonia e l’inattività della quarantena vengono combattute con inventiva e tutti i mezzi a disposizione e per questo è stato riproposto il progetto “Sani e Belli”, promosso dall’Associazione Italiana Persone Down sede Nazionale nel 2017, con lo scopo di migliorare lo stile di vita delle persone con sindrome di Down attraverso l’attività fisica e l’educazione alimentare. Questi incontri, gestiti dal fisioterapista Antonio Piromalli, da anni impegnato come volontario per AIPD Reggio Calabria, e da Samuele Dara, operatore della sezione, favoriscono il rafforzamento di alcune componenti quali l’equilibrio, la coordinazione, la mobilità e il mantenimento di un tono muscolare attivo e responsabilizzano i ragazzi affinché comprendano l’importanza di un corretto stile alimentare, anche attraverso la preparazione, in diretta, di merende sane e gustose. Sembra questo il momento adatto per citare il poeta romano Giovenale “Mens sana in corpore sano”.
    Insomma, AIPD Reggio Calabria, grazie al lavoro ingegnoso, instancabile ed entusiasta del suo Staff, non si ferma! Operatori, soci e volontari continuano a lavorare insieme con la certezza che le barriere erette dal Covid-19 si possono abbattere, restando uniti anche da lontano.