• Home / CITTA / Reggio Calabria / Hospice Reggio Calabria, Perrone (Cisl) e Pititto (Cgil): “Individuare soluzione per scongiurare chiusura”

    Hospice Reggio Calabria, Perrone (Cisl) e Pititto (Cgil): “Individuare soluzione per scongiurare chiusura”

    Ancora una volta siamo difronte al rischio di una chiusura della
    struttura Hospice – Via delle Stelle. Un punto di riferimento sociale,
    e non solo, per l’intera città che in esso intravede un baluardo di
    assistenza e soprattutto di umanità. Siamo al contempo preoccupati del
    futuro dei lavoratori, sempre sballottati nei frastuoni mediatici, e
    che anche in questa occasione sono costretti a difendere con i denti
    il loro lavoro, il loro servizio; rivolto, non solo a coloro i quali
    decidono di farsi accompagnare negli ultimi istanti della propria
    vita, ma anche ai loro familiari che alla struttura affidano le più
    fievoli speranze di mitigazione di sofferenze.

    Occorre uno sforzo concreto da parte tutti i soggetti che possono
    individuare soluzioni. Da Asp, Regione e da chiunque abbia il dovere
    delle scelte. In una fase delicata e cha ha già tremendamente provato
    la nostra collettività per via dell’emergenza Covid -19, è
    indilazionabile il raggiungimento di una risoluzione. Perché l’Hospice
    non deve chiudere – come sempre abbiamo ribadito – sostanzialmente per
    due motivi: sostenere gli operatori che svolgono con professionalità
    ed amore una vera e propria missione, un lavoro ed un’attività della
    quale la città di Reggio ha assolutamente bisogno e perché quello
    dell’ Hospice è un servizio di prossimità che si prende cura della
    fragilità e dei tormenti di coloro ne usufruiscono. Esso “regala”
    giorni, ore, minuti di dignità a uomini e donne che nell’umanità del
    loro dolore, decidono di ricevere l’ultima carezza. Lo scrivono, in una nota, Rosy Perrone, segretario UST Cisl Reggio Calabria, e Gregorio Pititto, segretario generale Cgil Reggio Calabria.