• Home / CITTA / Reggio Calabria / Cittanova: Suolo gratis per i ristoratori

    Cittanova: Suolo gratis per i ristoratori

    L’Amministrazione Comunale di Cittanova, con Delibera di Giunta del 23 Maggio 2020, ha deliberato le linee d’indirizzo per l’occupazione degli spazi pubblici a supporto delle attività di bar, ristoranti e di somministrazione di alimenti e bevande, a costo zero. Questo provvedimento, già preannunciato dal Sindaco Francesco Cosentino, è stato fortemente voluto affinché gli imprenditori cittanovesi, afferenti al settore, potessero avere un ulteriore slancio per riavviare la loro attività durante questa Fase 2, ponendosi nella condizione di svolgere il loro lavoro nel pieno rispetto delle vigenti prescrizioni normative fissate dal Governo. Difatti, a fronte della crescente penalizzazione economica subita – è doveroso ricordare che proprio questa categoria, durante il  lockdown, ha svolto una funzione ritenuta essenziale ma, in contropartita, quelle indicazioni, in pochissimo tempo, sono divenute una limitazione-. Difatti, seppur inizialmente sia stato possibile lavorare in esclusiva funzione delle richieste destinate al servizio di consegna a domicilio, successivamente il DPCM 26 aprile 2020, ha previsto anche il servizio di asporto. Questo meccanismo, in pochissimo tempo, , aveva innescato una serie di difficoltà che, in buona parte, hanno alimentato la mancata sostenibilità dei costi di gestione, la necessaria collocazione in cassa integrazione per i dipendenti e la successiva scelta di chiudere temporaneamente la propria attività, in attesa che si concludesse la fase d’emergenza Covid-19 per poi tentare una ripartenza. A seguito di un incontro, avvenuto presso l’Aula del Consiglio Comunale, teso a far emergere le difficoltà vissute dall’intera categoria, una delegazione degli operatori della ristorazione, aveva simbolicamente consegnato al Sindaco le chiavi dei ristoranti anche per protestare la mancata erogazione dei sussidi annunciati a più riprese dal Governo. Proprio in quella occasione, era stato assunto l’impegno poi formalizzato con l’atto amministrativo deliberato lo scorso 23 Maggio teso a rendere maggiormente agile l’avvio della Fase  2. Questa scelta – precisa il Sindaco – oltre ad essere un’opportunità concreta per il nostro territorio e in particolar modo per questo comparto, potrebbe divenire anche un’azione strutturale, tesa a coinvolgere altri segmenti del tessuto economico-produttivo locale.  Affinché tale auspicio divenga realtà, era indispensabile formalizzare un primo atto amministrativo che potesse rendere Cittanova una “Città aperta”. Rimettere in moto l’economia locale non è un compito esclusivo dell’imprenditore. Nell’esercizio delle funzioni e per quanto consentito dalle Leggi – continua il Sindaco – anche l’Amministrazione Comunale può fare la propria parte ed in questo preciso momento storico, la materializzazione dell’atto amministrativo deliberato dalla Giunta è uno strumento destinato a facilitare una difficile ripresa. Abbiamo lavorato in sinergia con gli Uffici comunali per definire un percorso strategicamente praticabile e sostenibile  – conclude il Sindaco –, recependo le linee guida previste dall’Istituto Superiore di Sanità abbiamo inteso avviare in via sperimentale e sino al 31 Dicembre 2020, la concessione del suolo a titolo gratuito a favore dei titolari delle attività afferenti al mondo della ristorazione sperando di aver contribuito fattivamente nel rendere più forte e concreta la nostra vicinanza ai nostri imprenditori.