• Home / CITTA / Reggio Calabria / Camini (RC): I giovani di “YOUngi Camini” gestiranno un progetto europeo di solidarietà locale finanziato dall’Agenzia Nazionale peri Giovani

    Camini (RC): I giovani di “YOUngi Camini” gestiranno un progetto europeo di solidarietà locale finanziato dall’Agenzia Nazionale peri Giovani

    Negli ultimi mesi il gruppo informale di giovani “YOUngi Camini”, la prima realtà di questo tipo attiva nella Locride sin dalla sua costituzione risalente alla scorsa estate e avvenuta nel contesto delle attività di partecipazione giovanile e di mobilità internazionale realizzate nel piccolo comune di Camini, in provincia di Reggio Calabria, è stato attivo anche durante la quarantena per programmare nuove progettualità da avviare nel prossimo futuro.

     

    Il Progetto di Solidarietà Locale (ESC31), presentato in occasione del bando in scadenza lo scorso mese di febbraio nell’ambito del nuovo programma europeo “Corpo Europeo di Solidarietà”, è stato ammesso nella graduatoria di quelli meritevoli di finanziamento in tutta Italia insieme ad altri due progetti presentati da associazioni o gruppi informali con sede in Calabria.

     

    La partecipazione giovanile, il rilancio dei territori più isolati in chiave europea e internazionale, la costruzione di percorsi di cittadinanza attiva e solidarietà sui temi dell’ambiente, dell’inclusione sociale, del patrimonio culturale e lo sviluppo di percorsi di creatività e innovazione sono alla base di questo tipo di progettualità finalizzata alla promozione dello sviluppo locale grazie allo spirito di iniziativa e al rafforzamento delle comunità giovanili che può essere finanziato e valorizzato in maniera diretta a titolo di incentivo per la crescita del gruppo e della collettività in seno alla quale questo opera.

     

    Il progetto in questione si chiama “YOUngi Sport – Play Safe, Play Fair, Play Here”, abbreviato con l’acronimo e hashtag #Here2Play, e prevede la possibilità di realizzare diverse attività di inclusione sociale attraverso lo sport promovendo i valori della diversità, dell’antirazzismo, della sana competizione, della coesione e della solidarietà a partire dalle piccole comunità. L’inizio ufficiale è avvenuto il 1° maggio 2020, dopo aver ridefinito la fattibilità di ciascuna azione alla luce dell’emergenza sanitaria in corso, con il lancio di un sondaggio finalizzato per raccogliere idee, opinioni e contributi che possano rendere le attività interessanti per un numero più ampio di persone al quale è possibile partecipare in modalità telematica dal seguente collegamento: https://bit.ly/Here2Play_Survey

    Il sondaggio ha anche lo scopo di rilevare le opinioni in vista della ripresa delle attività sportive individuali del 4 maggio con l’inizio della fase 2 dell’attuale emergenza sanitaria.