• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio, Marra (FDI): “Le mascherine antivirus sono pressoché introvabili, ma c’è anche chi si non si rassegna”

    Reggio, Marra (FDI): “Le mascherine antivirus sono pressoché introvabili, ma c’è anche chi si non si rassegna”

    Vengo a conoscenza che l ‘Associazione Nazionale di Protezione Civile Don Orione di Reggio Calabria, ha deciso di dedicarsi alla nuova “missione” quella di produrre mascherine, per distribuirle gratuitamente alle persone bisognose, sole e malate e agli anziani, che diversamente non potrebbero permettersi di acquistarle.

    La stessa conosce bene l’importanza dell’utilizzo delle mascherine indispensabile a prevenire i contagi infatti già dai primi giorni dell’emergenza quando sembrava che la nostra Regione fosse in qualche modo preservata dall’epidemia da COVID 19, Il Consiglio Nazionale di Amministrazione, per il tramite dell’Istruttore Capo – Dr. Antonio Cogliandro, coadiuvato dal Consigliere per la Sicurezza del Personale – Sig. Antonio Calabrò, ha provveduto alla formazione del personale impiegato nelle attività.

    Adesso, che la situazione a Reggio Calabria potrebbe aggravarsi da un giorno all’altro, non c’è altro tempo da perdere e per questo ringrazio di cuore tutti i volontari che si sono messi a disposizione.

    Alcuni volontari dell’Associazione  che per motivi legati al proprio stato di salute o per tutelare quello di alcuni familiari conviventi non possono fare servizio di assistenza alla popolazione, e che quindi sono costretti a restare in casa hanno deciso di “restare in casa ma non di restare fermi” ( è quello che ci insegna il nostro Padre Fondatore Don Orione ) ” La carità comanda di non appartarci in una comoda bastevolezza, ma di sentire e avere compassione fattiva per i dolori e i bisogni degli altri, dai quali non dobbiamo riguardarci separati, mentre sono una sola cosa con noi in Cristo” .

    Un altro atto di carità dei volontari che ancora una volta dimostrano grande sensibilità e amore verso il prossimo mettendo sempre al primo posto il bisogno degli altri e applicando anche in questa occasione il motto che nasce dalle parole di Don Orione che oggi più che mai in questa emergenza sembra adattarsi alla situazione “SOLO LA CARITÀ SALVERÀ IL MONDO”.