• Home / In evidenza / Reggio Calabria – Tentano di disfarsi della droga gettandola nel bagno, due arresti

    Reggio Calabria – Tentano di disfarsi della droga gettandola nel bagno, due arresti

    Persiste l’attività di repressione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti posto in essere dal personale della CompagniaCarabinieri di Reggio Calabria che nonostante l’impegno posto in essere per il contrasto alla diffusione del virus COVID – 19 prosegue la sua attività di controllo del territorio evitando la dilagazione dell’annoso fenomeno dello spaccio di droga.

    In particolare, nella notte tra sabato e domenica, i militari della sezione radiomobile della compagnia reggina hanno arrestato in flagranza di reato PELLEGRINO Luigi, reggino  36enne, disoccupato, gravato da precedenti penali e di polizia e la sua compagnaPOPESCU AdelaVioleta, cittadina rumena 26enne, priva di occupazione con precedenti di polizia, accusati di detenzione ai fini di spaccio di droga.

    I militari dell’Arma, avendo notato un via vai di persone nelle vicinanze dell’abitazione decidevano, una volta appurato lo specifico appartamento, di procedere alla perquisizione.

    All’ingresso dell’abitazione dei militari dell’Arma, i due cercavano di disfarsi di una parte della droga gettandola nel bagno, e la successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire, all’interno di una scatola di scarpe posta in un’intercapedine dell’abitazione,tre involucri in cellophanecontenenti circa 150 grammi di marijuana, nonchéuna piantina di cannabis indica, un bilancio elettronico di precisione, un orologio tipo rolex  e la somma contante di poco più di900 euro ritenuta provento di attività illecita.

    Una volta recuperata tutta la droga, iduesono stati dichiarati in stato d’arresto e dopo le formalità di rito, sono stati posti in regime di arresti domiciliari cosi come disposto dall’autorità giudiziaria reggina.

    Tali arresti si aggiungono ai successi già conseguiti dalla Compagnia Carabinieri di Reggio Calabria che, senza soluzione di continuità, sta effettuando specifici servizi di contrasto al fenomeno sottraendo linfa vitale alle organizzazioni del malaffare.